Aggiungere un server di database a una farm esistente (SharePoint Foundation 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

In questo articolo vengono fornite informazioni sull'aggiunta di un nuovo server di database a una farm di Microsoft SharePoint Foundation 2010 esistente. È possibile aggiungere ulteriori server di database in qualsiasi momento secondo le esigenze aziendali o operative del caso. Poiché nel server di database è incluso il contenuto della farm, che può essere costituito da diversi tipi di dati ed essere associato a una raccolta documenti in rapida espansione, anche le dimensioni dei database della farm possono aumentare rapidamente. Benché la capacità di archiviazione sia un fattore chiave alla base dell'eventuale necessità di aggiungere ulteriori server di database, altri fattori determinanti sono l'aggiunta di nuove funzionalità, le prestazioni e la disponibilità elevata.

NotaNote
Nel caso della disponibilità elevata, questa caratteristica in genere viene implementata come parte della progettazione e della distribuzione della topologia della farm iniziale, pertanto non è oggetto di questo articolo. Per ulteriori informazioni sulla disponibilità elevata perMicrosoft SQL Server 2008, vedere Panoramica delle soluzioni a disponibilità elevata (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=188016&clcid=0x410).

Nella maggior parte dei casi, per aggiungere un server di database a una farm di SharePoint Foundation 2010 esistente, è sufficiente installare e configurare un nuovo server di database e aggiungerlo alla farm facendovi riferimento quando si aggiunge una funzionalità o si sposta contenuto di database dal server precedente a quello nuovo. SharePoint Foundation 2010 allocherà e assegnerà automaticamente nuove risorse di database quando sono necessarie.

Contenuto dell'articolo:

Prima di poter utilizzare il nuovo server di database, è necessario prepararlo per l'utilizzo in una farm di Microsoft SharePoint Foundation. Utilizzare la procedura seguente come guida per effettuare il provisioning del nuovo server.

ImportanteImportant
È possibile che i criteri IT rendano obbligatoria l'esecuzione di alcuni o di tutti i passaggi di queste procedure da parte di un amministratore di database (DBA). Prima di iniziare una qualsiasi delle procedure seguenti, è necessario verificare la conformità ai requisiti dei criteri IT della propria azienda.
Per effettuare il provisioning del server di database
  1. Leggere Requisiti hardware e software (SharePoint Foundation 2010).

  2. Installare il sistema operativo verificando quanto segue:

    • La configurazione dell'unità è la stessa del server esistente.

    • Il sistema operativo è aggiornato allo stesso livello di Service Pack o di hotfix del server esistente.

  3. Installare la stessa versione di SQL Server installata nel server di database della farm esistente. Le procedure contenute in questo articolo hanno lo scopo di illustrare come configurare un nuovo server di database per un'attività specifica in SharePoint Foundation 2010.

    Per informazioni su come installare e configurare SQL Server prima di aggiungerlo a una server farm esistente, vedere la documentazione relativa all'installazione di SQL Server.

  4. Configurare SQL Server verificando quanto segue:

    • La sequenza di confronto di database è LATIN1_General_CI_AS_KS_WS.

    • Per eseguire le procedure di questo articolo è richiesta almeno l'appartenenza al ruolo predefinito del server dbcreator per database di SQL Server e al gruppo di SharePoint Amministratori farm.

    • Viene creato un account di accesso per l'account utente Setup di SharePoint Foundation. Tale account sarà il proprietario del nuovo database.

  5. Installare le stesse hotfix e gli stessi Service Pack di SQL Server installati nel server di database esistente.

Utilizzare le procedure seguenti come guida per configurare un nuovo server di database per ospitare database di SharePoint Foundation 2010 specifici. Ciò comporta l'esecuzione delle operazioni seguenti:

  • Creazione di una nuova applicazione Web

  • Spostamento di una raccolta siti nel nuovo server

È possibile utilizzare Amministrazione centrale o Windows PowerShell per creare una nuova applicazione Web. È invece necessario utilizzare Windows PowerShell per spostare una raccolta siti.

Per creare una nuova applicazione Web
  1. Verificare di disporre delle credenziali corrette per la farm di SharePoint Foundation e per on SQL Server.

  2. Utilizzare la pagina Gestione applicazioni del sito Web Amministrazione centrale per creare un nuovo sito Web.

  3. Configurare l'autenticazione in modalità classica (autenticazione di Windows) o l'autenticazione basata sulle attestazioni.

  4. Configurare IIS per l'utilizzo del sito Web esistente oppure creare un nuovo sito Web e configurare le impostazioni seguenti:

    • Specificare il numero di porta da utilizzare per accedere all'applicazione Web.

    • Specificare l'URL da utilizzare per accedere all'applicazione Web (facoltativo).

    • Specificare il percorso della directory del sito nel server in cui viene ospitato il sito Web.

  5. Configurare l'autenticazione e la crittografia per il sito Web utilizzando le opzioni seguenti:

    • Autenticazione Negozia (Kerberos) o NTLM

    • Accesso anonimo al sito Web

    • SSL (Secure Sockets Layer)

  6. Specificare un URL per il nome di dominio di tutti i siti a cui accederanno gli utenti nell'applicazione Web.

  7. Utilizzare il pool di applicazioni esistente oppure crearne uno nuovo.

  8. Configurare la sicurezza per il pool di applicazioni (predefinito o configurabile).

  9. Identificare il server di database, il nome del database e il metodo di autenticazione per la nuova applicazione Web.

Per istruzioni dettagliate, vedere Create a Web application (SharePoint Foundation 2010).

Per spostare una raccolta siti mediante Windows PowerShell
  1. Verificare che vengano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin. Verificare inoltre che l'account utente disponga dell'accesso a uno dei server in cui è in esecuzione Windows PowerShell 2.0 e che l'account utente sia un amministratore di farm e un membro del ruolo SharePoint_Shell_Access per il database del contenuto di origine di SQL Server, il database del contenuto di amministrazione, il database del contenuto di destinazione e il database di configurazione.

  2. Verificare quanto segue:

    • Il database del contenuto di destinazione esiste già.

    • Il database del contenuto di origine e quello di destinazione risiedono nella stessa istanza di SQL Server.

    • Il database del contenuto di origine e quello di destinazione sono collegati alla stessa applicazione Web.

  3. Determinare le dimensioni della raccolta siti di origine e verificare che nel disco rigido di destinazione sia disponibile una quantità di spazio libero pari al triplo dello spazio necessario per la raccolta siti.

    Utilizzare il cmdlet Get-SPSiteAdministration per determinare le dimensioni di una raccolta siti. Per ulteriori informazioni, vedere Get-SPSiteAdministration.

  4. Utilizzare il cmdlet Move-SPSite per spostare una raccolta siti dal database del contenuto di origine al nuovo database del contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere Move-SPSite.

Per informazioni dettagliate, vedere Spostare raccolte siti tra database (SharePoint Foundation 2010).

Mostra: