Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida dettagliata relativa alla configurazione di nuove funzionalità File offline per computer Windows 7

Pubblicato: aprile 2010

Si applica a: Windows 7, Windows Server 2008 R2

L'opzione File offline (anche nota come Cache sul lato client o CSC) rende i file di rete disponibili a un utente finale in caso di connessione di rete al server non disponibile o lenta. In modalità online, l'accesso ai file avviene alla velocità della rete e del server. Quando il server non è disponibile o la velocità della connessione di rete non raggiunge una soglia configurabile, i file vengono recuperati dalla cartella dei file offline alla velocità di accesso locale. L'opzione File offline è utile per gli amministratori e gli utenti finali seguenti:

  • Amministratori che desiderano centralizzare i dati da computer client per attività amministrative quali il backup.

  • Amministratori di rete che desiderano ottimizzare l'utilizzo della larghezza di banda e migliorare l'esperienza degli utenti presso le succursali che accedono a file e cartelle ospitati in server aziendali che non si trovano in loco.

  • Utenti che desiderano continuare ad accedere ai file di rete se si verifica un'interruzione di rete.

  • Utenti mobili che devono accedere a file di rete in modalità offline o in reti lente.

Informazioni sulla guida

Lo scopo di questa guida è consentire agli amministratori di acquisire familiarità con le nuove funzionalità File offline e con le impostazioni di Criteri di gruppo associate in Windows 7 e Windows Server 2008 R2. In questa guida vengono fornite una panoramica delle nuove funzionalità, una panoramica della distribuzione di Reindirizzamento cartelle e procedure dettagliate per la configurazione delle nuove impostazioni. Gli amministratori possono configurare l'opzione File offline utilizzando Criteri di gruppo per più utenti quando le cartelle degli utenti sono state reindirizzate a una condivisione mediante Reindirizzamento cartelle. È consigliabile distribuire la funzionalità Reindirizzamento cartelle in un ambiente di testing prima di distribuirla in un ambiente di produzione.

Analisi delle tecnologie

Le principali modifiche apportate a File offline per Windows 7 e Windows Server 2008 R2 includono un accesso ai file WAN (Wide Area Network) e un'esperienza relativa ai file di rete per gli utenti remoti migliorati in modo significativo. La nuova funzionalità per File offline include quanto segue:

  • Primo accesso rapido

  • Supporto per un utilizzo prevalente in modalità offline con sincronizzazione in background

  • Elenco di esclusione

  • Memorizzazione nella cache trasparente

Primo accesso rapido

Grazie alla nuova funzionalità del primo accesso rapido, gli utenti non dovranno più attendere che i file vengano copiati nel server al primo accesso dopo l'applicazione di un'impostazione dei criteri Reindirizzamento cartelle per reindirizzare il percorso di una cartella utente a un percorso di rete. Anche l'utilizzo della rete su collegamenti WAN risulterà ottimizzato grazie alla sincronizzazione dei file in background. Prima di Windows 7, dopo l'applicazione di un'impostazione dei criteri che reindirizzava la cartella di un utente a un percorso di rete, l'utente doveva attendere che il contenuto della cartella venisse spostato nel nuovo percorso. Questo processo poteva richiedere una quantità considerevole di tempo se la quantità di dati da spostare era elevata e la rete era lenta. In Windows 7, grazie alla funzionalità File offline (abilitata per impostazione predefinita), l'utente deve attendere unicamente che i file vengano spostati nella cache dei file offline locale. Dopo avere spostato i file, l'utente può effettuare l'accesso ed eseguire altre attività mentre in Windows viene eseguita la sincronizzazione in background dei dati memorizzati nella cache locale.

Supporto per un utilizzo prevalente in modalità offline con sincronizzazione in background

Il supporto per un utilizzo prevalente in modalità offline fornisce agli utenti remoti e delle succursali un accesso più rapido ai file contenuti in una cartella di rete tramite una connessione di rete lenta. In Windows 7 questa funzionalità viene ulteriormente migliorata grazie a Sincronizzazione in background, una funzionalità che consente la sincronizzazione dei file offline in background, garantendo il continuo aggiornamento del server con le ultime modifiche. Quando la connessione di rete di un computer client a un server è lenta (in base a quanto configurato dall'amministratore), viene automaticamente eseguita la transizione del computer client a una modalità "Offline (connessione lenta)". L'utente potrà quindi lavorare dalla cache dei file offline locale. In Windows 7, la funzionalità Sincronizzazione in background viene eseguita in background a intervalli regolari per sincronizzare e risolvere automaticamente le modifiche tra il computer client e il server. Gli amministratori IT possono configurare gli intervalli di sincronizzazione e le ore di blocco. Con questa funzionalità, gli utenti possono evitare di sincronizzare manualmente i loro dati con il server quando lavorano in modalità offline.

Elenco di esclusione

La funzionalità Elenco di esclusione riduce l'overhead di sincronizzazione e l'utilizzo dello spazio su disco nel server e rende più rapide le operazioni di backup e ripristino escludendo dalla replica alcuni tipi di file in tutti i client di Reindirizzamento cartelle. Prima di Windows 7, tutti i file contenuti in una cartella di file offline venivano replicati nel server. Questo spesso si traduceva nella replica in uno o più server di file personali o di grandi dimensioni non attinenti all'attività dell'azienda, con maggiori requisiti in termini di spazio su disco e tempi di backup e ripristino. In Windows 7, gli amministratori possono utilizzare la funzionalità Elenco di esclusione di File offline per impedire la sincronizzazione di file di determinati tipi, ad esempio file MP3. L'elenco dei tipi di file viene configurato dall'amministratore IT tramite Criteri di gruppo.

Memorizzazione nella cache trasparente

La memorizzazione nella cache trasparente consente di ottimizzare l'utilizzo della larghezza di banda sui collegamenti WAN e di ottenere tempi di risposta di lettura quasi locali per utenti mobili e delle succursali che accedono a cartelle e file di rete non esplicitamente disponibili in modalità offline. I maggiori vantaggi derivanti dalla memorizzazione nella cache trasparente si concretizzano con la distribuzione della funzionalità BranchCache. Tale funzionalità è progettata per ridurre l'utilizzo dei collegamenti WAN e migliorare la velocità di risposta delle applicazioni per gli utenti delle succursali che accedono al contenuto da server in posizioni remote.

Prima di Windows 7, per aprire un file su una rete lenta, i computer client recuperavano sempre il file dal server, anche se il computer client aveva letto il file di recente. Grazie alla memorizzazione nella cache trasparente di Windows 7, alla prima apertura di un file in una cartella condivisa, Windows 7 legge il file dal server, quindi lo archivia nella cache dei file offline nell'unità disco rigido locale. Alle successive aperture dello stesso file, Windows 7 recupererà il file memorizzato nella cache dall'unità disco rigido anziché leggerlo dal server. Per garantire l'integrità dei dati, Windows 7 contatta sempre il server per garantire che la copia memorizzata nella cache sia aggiornata. L'accesso alla cache non viene eseguito se il server non è disponibile e gli aggiornamenti al file vengono sempre scritti direttamente nel server.

La memorizzazione nella cache trasparente non è abilitata per impostazione predefinita. Gli amministratori IT possono utilizzare un'impostazione di Criteri di gruppo per abilitare la memorizzazione nella cache trasparente, migliorare l'efficienza della cache e configurare la quantità di spazio su disco utilizzata dalla cache.

Panoramica dello scenario

In questo scenario vengono illustrate le procedure che un amministratore può eseguire per configurare le impostazioni di File offline per i computer client Windows 7 tramite Criteri di gruppo in un computer Windows Server 2008 R2 configurato come controller di dominio. Gli amministratori possono configurare l'opzione File offline per gli oggetti Criteri di gruppo quando le cartelle nei computer client sono state reindirizzate a una condivisione tramite Reindirizzamento cartelle.

Nello scenario viene illustrato come configurare le impostazioni tramite Editor Gestione Criteri di gruppo. Viene inoltre fornita una panoramica della distribuzione di Reindirizzamento cartelle. File offline è particolarmente utile quando le cartelle in più computer vengono reindirizzate a una condivisione tramite Reindirizzamento cartelle. Quando si configura l'opzione File offline tramite Reindirizzamento cartelle, i file reindirizzati vengono memorizzati nella cache nei computer client in modo che siano disponibili per un utilizzo offline.

In questa guida vengono illustrate le procedure dettagliate necessarie per la configurazione delle funzionalità di File offline seguenti:

Configurare la sincronizzazione in background e abilitare la memorizzazione nella cache trasparente in uno degli ambienti seguenti:

  • Gli utenti mobili sono connessi a un server remoto attraverso reti lente e non affidabili.

  • Gli utenti delle succursali sono connessi al server della sede attraverso reti a bassa larghezza di banda e latenza elevata in cui la funzionalità BranchCache non è distribuita.

noteNota
Quando viene eseguita la distribuzione della funzionalità BranchCache, la memorizzazione nella cache trasparente viene automaticamente abilitata.

È possibile configurare l'impostazione dei criteri "Escludi file da memorizzazione nella cache" quando è necessario evitare la replica di determinati tipi di file dei computer client nel server.

Considerazioni relative alla configurazione di File offline

Prima di configurare le impostazioni di Criteri di gruppo per File offline, è opportuno fare le seguenti considerazioni:

  • La funzionalità File offline è abilitata per impostazione predefinita nei sistemi operativi dei computer client seguenti: Windows 7 Professional, Windows 7 Enterprise, Windows 7 Ultimate e Windows Vista.

  • Questa funzionalità è disabilitata per impostazione predefinita nei sistemi operativi Windows Server. Per abilitare File offline in Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2, è innanzitutto necessario installare e abilitare la funzionalità Esperienza desktop tramite Server Manager, quindi abilitare File offline in Centro sincronizzazione.

  • È possibile configurare la sincronizzazione in background, la memorizzazione nella cache trasparente e l'esclusione di file solo nei computer con sistema operativo Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Aggiornamento di un computer attraverso un collegamento lento

Quando si aggiorna un computer da Windows Vista a Windows 7, ad esempio, la migrazione dell'intera cache dei file offline non viene eseguito al nuovo sistema operativo. Viene eseguita la migrazione del solo contenuto della cache che non è stato sincronizzato con il server. Dopo l'installazione di Windows 7, i file nel server verranno sincronizzati con la cache.

La migrazione dell'intera cache non viene eseguita perché potrebbe potenzialmente influire sulle prestazioni e sullo spazio su disco. Il computer client Windows 7 deve disporre di sufficiente spazio su disco sia per il nuovo sistema operativo sia per la cache dei file offline. Se il computer client viene connesso al server attraverso una rete lenta, è consigliabile eseguire la migrazione dell'intera cache. Il tempo necessario per la sincronizzazione dell'intero set di file di rete dal server al client dipende dalla latenza e dalla larghezza di banda della rete, nonché dalle dimensioni del set di file. Utilizzare la chiave del Registro di sistema seguente per eseguire la migrazione dell'intera cache dei file offline e impostare il valore della chiave del Registro di sistema su 1:

HKLM\System\CurrentControlSet\Services\CSC\Parameters DWORD MigrationParameters = 1

Questa impostazione non viene mantenuta, pertanto sarà necessario reimpostarla a ogni successivo aggiornamento del computer.

Configurazione dell'impostazione del Registro di sistema relativa all'eliminazione e alla ridenominazione di directory offline

In Windows 7 la possibilità di eliminare o rinominare le cartelle memorizzate nella cache da cartelle offline quando si lavora in modalità offline è abilitata per impostazione predefinita. Poiché la ridenominazione di una cartella viene considerata analogamente all'eliminazione e alla successiva creazione della stessa struttura di directory, potrebbe essere necessario aggiornare l'elenco dei percorsi di directory per cui è possibile abilitare la funzionalità.

Di seguito è riportata l'impostazione del Registro di sistema per aggiornare questi percorsi:

HKLM\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\NetCache\OfflineDirRenameDeleteList

Il modo consigliato per aggiornare questa impostazione tramite la riga di comando consiste nello specificare valore, dati e tipo durante l'aggiunta di una nuova chiave. Ad esempio:

REG ADD “keyname” /v \\server\share /t REG_DWORD /d 1

Distribuzione di Reindirizzamento cartelle

Reindirizzamento cartelle consente a un amministratore di reindirizzare il percorso di cartelle specifiche all'interno di profili utente a un nuovo percorso, ad esempio un percorso di rete condiviso. Reindirizzamento cartelle offre agli utenti una visualizzazione centralizzata di alcune cartelle di profili utente da qualsiasi computer appartenente al dominio. Gli utenti hanno quindi la possibilità di utilizzare documenti contenuti in un server come se si trovassero nell'unità locale. È ad esempio possibile reindirizzare a un percorso di rete la cartella Documenti, generalmente archiviata nell'unità disco rigido locale del computer.

Quando si distribuisce l'impostazione di Criteri di gruppo Reindirizzamento cartelle per cartelle specifiche, tali cartelle vengono automaticamente memorizzate nella cache del computer client per impostazione predefinita tramite la tecnologia File offline. In questo modo gli utenti potranno accedere senza problemi ai file dalla cache quando non è presente alcuna rete o la velocità della rete è particolarmente bassa, con la possibilità di sincronizzare in background le modifiche tra il client e il server.

L'utilizzo di File offline con Reindirizzamento cartelle e Criteri di gruppo offre agli amministratori un controllo centralizzato delle configurazioni utente e della gestione dati. Consente la più elevata flessibilità durante la configurazione e la gestione di vari tipi di utenti e un modo pratico per gestire i dati utente (backup e ripristino) da una posizione centrale.

In un ambiente di dominio, utilizzare Console Gestione Criteri di gruppo in un controller di dominio per reindirizzare cartelle di profili utente specifiche, nonché modificare le impostazioni dei criteri di Reindirizzamento cartelle. In un computer Windows Server 2008 R2, in Server Manager, fare clic su Aggiungi funzionalità per installare Gestione Criteri di gruppo.

Reindirizzamento cartelle si trova in Impostazioni di Windows nell'albero della console quando si modificano i Criteri di gruppo basati su dominio. Il percorso è [Nome oggetto Criteri di gruppo]\Configurazione utente\Criteri\Impostazioni di Windows\Reindirizzamento cartelle. Utilizzare Editor Gestione Criteri di gruppo per configurare Reindirizzamento cartelle per un dominio (Everyone) o gruppi di utenti da un controller di dominio:

  1. Nell'albero di Console Gestione Criteri di gruppo fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto Criteri di gruppo collegato al sito, al dominio o all'unità organizzativa che contiene gli utenti di cui si desidera reindirizzare le cartelle del profilo utente, quindi scegliere Modifica.

  2. Espandere Configurazione utente\Criteri\Impostazioni di Windows\Reindirizzamento cartelle, quindi selezionare la cartella da reindirizzare, ad esempio Documenti.

  3. Per configurare le impostazioni della cartella, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella da reindirizzare, quindi scegliere Proprietà.

Selezionare Proprietà per configurare le impostazioni della cartella

Per una panoramica di Reindirizzamento cartelle e le procedure dettagliate per la configurazione di Reindirizzamento cartelle da un computer Windows Server 2008 R2, vedere Utilizzare il reindirizzamento cartelle (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=188721).

Configurazione delle impostazioni di File offline per computer Windows 7

È possibile configurare diverse impostazioni di Criteri di gruppo per File offline per più utenti in un ambiente di dominio. In questa guida vengono illustrate le opzioni di configurazione per le nuove impostazioni introdotte in Windows 7.

Nella tabella seguente vengono illustrate le tre nuove impostazioni di Criteri di gruppo per File offline. Tutte le impostazioni si trovano in Configurazione computer\Modelli amministrativi\Rete\File offline.

Impostazioni di Criteri di gruppo

 

Nome dell'impostazione Valore predefinito

Configura sincronizzazione in background

Abilitato

Escludi file da memorizzazione nella cache

Disabilitato

Abilita memorizzazione nella cache trasparente

Disabilitato

In questo scenario l'amministratore applica le impostazioni di File offline al dominio. Per applicare le impostazioni di Criteri di gruppo all'intero dominio, creare un nuovo oggetto Criteri di gruppo, collegarlo al dominio, quindi modificare le impostazioni di tale oggetto.

In Gestione Criteri di gruppo, fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto Criteri di gruppo

Per configurare le impostazioni di File offline tramite Criteri di gruppo

  1. Nell'albero di Console Gestione Criteri di gruppo fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto Criteri di gruppo per cui si desidera configurare le impostazioni di File offline, quindi fare clic su Modifica.

  2. In Configurazione computer espandere Modelli amministrativi\Rete\File offline.

  3. Configurare le impostazioni in base alle necessità.

Configurazione della sincronizzazione in background

Sincronizzazione in background è un'impostazione specifica del computer applicabile a qualsiasi utente che si connette al computer specificato mentre questa impostazione dei criteri è attiva. Questa impostazione dei criteri è attiva quando si stabilisce che una cartella di rete si trova nella "modalità di collegamento ridotta", come specificato dall'impostazione dei criteri "Configura modalità di collegamento ridotta".

Per le cartelle di rete in "modalità di collegamento ridotta", la sincronizzazione in background viene avviata regolarmente in base a queste impostazioni per sincronizzare i file in tali condivisioni/cartelle tra il client e il server. Per impostazione predefinita, le cartelle di rete in "modalità di collegamento ridotta" verranno sincronizzate con il server ogni 360 minuti e l'inizio della sincronizzazione varia tra 0 e 60 minuti.

È possibile ignorare l'intervallo e lo scostamento di sincronizzazione predefiniti impostando i valori "Intervallo sincronizzazione" e "Scostamento sincronizzazione". È inoltre possibile specificare un periodo di tempo durante il quale la sincronizzazione in background rimane disabilitata impostando "Ora di avvio blocco" e "Durata blocco". Per garantire che tutte le cartelle di rete nel computer vengano sincronizzate regolarmente con il server, è anche possibile impostare "Tempo massimo consentito senza sincronizzazione".

È inoltre possibile configurare la sincronizzazione in background per le condivisioni di rete che si trovano nella modalità "Offline" selezionata dall'utente. Questa modalità viene abilitata quando un utente seleziona il pulsante "Offline" per una condivisione specifica. In seguito a questa selezione, alle condivisioni che si trovano nella modalità "Offline" selezionata dall'utente verranno applicate tutte le impostazioni configurate.

Fare doppio clic su Configura sincronizzazione in background

Per configurare la sincronizzazione in background

  1. In Editor Gestione Criteri di gruppo fare clic sulla cartella File offline.

  2. Nel riquadro di destra fare doppio clic su Configura sincronizzazione in background.

  3. Fare clic su Abilitato e in Opzioni eseguire le selezioni ritenute necessarie.

  4. Fare clic su OK.

Abilitazione della memorizzazione nella cache trasparente

L'abilitazione di questa impostazione dei criteri consente di ottimizzare le letture successive nei file di rete da parte di un utente o di un'applicazione. Questo avviene attraverso la memorizzazione delle letture in file remoti su una rete lenta nella cache dei file offline. Le letture successive nello stesso file verranno quindi soddisfatte dal client dopo la verifica dell'integrità della copia memorizzata nella cache. Questa impostazione dei criteri non solo produce tempi di risposta dell'utente finale migliorati, ma anche un minore utilizzo della larghezza di banda sui collegamenti WAN al server.

I file memorizzati nella cache sono temporanei e non sono disponibili all'utente in modalità offline. I file memorizzati nella cache non vengono mantenuti sincronizzati con la versione nel server e la versione più corrente del server è sempre disponibile per letture successive.

Fare doppio clic su Abilita memorizzazione nella cache trasparente

Per abilitare la memorizzazione nella cache trasparente

  1. In Editor Gestione Criteri di gruppo fare clic sulla cartella File offline.

  2. Nel riquadro di destra fare doppio clic su Abilita memorizzazione nella cache trasparente.

  3. Fare clic su Abilitato e in Opzioni immettere un valore per la latenza di rete.

  4. Fare clic su OK.

Esclusione di file dalla memorizzazione nella cache

Utilizzare questa impostazione per non rendere disponibili alcuni tipi di file nella modalità offline. È necessario specificare le estensioni dei tipi di file che si desidera escludere. Un utente non sarà quindi in grado di creare un file dei tipi specificati nelle cartelle rese disponibili nella modalità offline.

Fare doppio clic su Escludi file da memorizzazione nella cache

Per escludere file dalla memorizzazione nella cache

  1. In Editor Gestione Criteri di gruppo fare clic sulla cartella File offline.

  2. Nel riquadro di destra fare doppio clic su Escludi file da memorizzazione nella cache.

  3. Fare clic su Abilitato e in Opzioni immettere le estensioni dei file che non si desidera rendere disponibili nella modalità offline.

  4. Fare clic su OK.

Risorse aggiuntive

Per informazioni sulla funzionalità File offline introdotta in Windows Vista, vedere la pagina relativa alle novità di File offline per Windows Vista (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=166654).

Per un caso di studio completo che descrive una soluzione di centralizzazione dei dati utente mediante Reindirizzamento cartelle e File offline, vedere la pagina relativa all'implementazione di una soluzione di centralizzazione dei dati dell'utente finale: distribuzione e convalida di Reindirizzamento cartelle e File offline (http://go.microsoft.com/fwlink/? LinkID=168195).

Per informazioni sull'utilizzo di Console Gestione Criteri di gruppo, vedere Console Gestione Criteri di gruppo (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=143867).

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2015 Microsoft