New-MailboxRestoreRequest

 

Si applica a: Exchange Server 2010 SP2, Exchange Server 2010 SP3

Ultima modifica dell'argomento: 2015-03-09

Utilizzare il cmdlet New-MailboxRestoreRequest per ripristinare una cassetta postale disconnessa o eliminata in maniera non definitiva. Il cmdlet avvia il processo di spostamento del contenuto dalla cassetta postale eliminata in maniera non definitiva, dalla cassetta postale disabilitata o da una cassetta postale che si trova in un database di ripristino in una cassetta postale principale connessa o di archiviazione.

New-MailboxRestoreRequest -SourceDatabase <DatabaseIdParameter> -SourceStoreMailbox <StoreMailboxIdParameter> -TargetMailbox <MailboxOrMailUserIdParameter> [-AcceptLargeDataLoss <SwitchParameter>] [-AllowLegacyDNMismatch <SwitchParameter>] [-AssociatedMessagesCopyOption <DoNotCopy | MapByMessageClass | Copy>] [-BadItemLimit <Unlimited>] [-BatchName <String>] [-Confirm [<SwitchParameter>]] [-ConflictResolutionOption <KeepSourceItem | KeepLatestItem | KeepAll>] [-DomainController <Fqdn>] [-ExcludeDumpster <SwitchParameter>] [-ExcludeFolders <String[]>] [-IncludeFolders <String[]>] [-MRSServer <Fqdn>] [-Name <String>] [-Priority <Normal | High>] [-SourceRootFolder <String>] [-Suspend <SwitchParameter>] [-SuspendComment <String>] [-TargetIsArchive <SwitchParameter>] [-TargetRootFolder <String>] [-WhatIf [<SwitchParameter>]]

Quando le cassette postali vengono spostate da un database di Microsoft Exchange Server 2010 Service Pack 1 (SP1) database in un altro database, Exchange non elimina completamente la cassetta postale dal database di origine al termine dello spostamento. La cassetta postale del database delle cassette postali di origine passa a uno stato di eliminazione non definitiva che consente l'accesso ai dati della cassetta postale durante l'operazione di ripristino della cassetta postale utilizzando la nuova impostazione del cmdlet MailboxRestoreRequest. Le cassette postali eliminate in maniera non definitiva vengono mantenute nel database di origine fino alla scadenza del periodo di conservazione della cassetta postale o fino a quando non si utilizza il cmdlet Remove-StoreMailbox per eliminare la cassetta postale.

Per visualizzare le cassette postali eliminate in maniera non definitiva, eseguire il cmdlet Get-MailboxStatistics su un database e controllare i risultati che hanno un DisconnectReason con un valore di SoftDeleted. Per ulteriori informazioni, vedere ESEMPIO 1 più avanti in questo argomento.

Una cassetta postale viene contrassegnata come disabilitata poco dopo il completamento del comando Disable-Mailbox o Remove-Mailbox.

NotaNota:
La cassetta postale non verrà contrassegnata come disabilitata fino a quando non verrà determinato dal servizio Archivio informazioni di Microsoft Exchange che Active Directory è stato aggiornato con le informazioni della cassetta postale disabilitata. Per rendere più rapido il processo, eseguire il cmdlet Clean-MailboxDatabase su questo database.

In Exchange le cassette postali disabilitate vengono conservate nel database delle cassette postali in base alle impostazioni di conservazione delle cassette postali eliminate configurate per il database delle cassette postali. Dopo il periodo di tempo specificato, la cassetta postale verrà eliminata definitivamente.

Per visualizzare le cassette postali disabilitate, eseguire il cmdlet Get-MailboxStatistics su un database e controllare i risultati che hanno un DisconnectReason con un valore di Disabled. Per ulteriori informazioni, vedere ESEMPIO 1 più avanti in questo argomento.

È necessario disporre delle autorizzazioni prima di poter eseguire questo cmdlet. Sebbene in questo argomento vengano elencati tutti i parametri relativi al cmdlet, si potrebbe non avere accesso ad alcuni di essi qualora non siano inclusi nelle autorizzazioni assegnate. Per visualizzare quali autorizzazioni sono necessarie, vedere "Richiesta di ripristino della cassetta postale" nell'argomento Autorizzazioni per le cassette postali.

 

Parametro Obbligatorio Tipo Descrizione

SourceDatabase

Obbligatorio

Microsoft.Exchange.Configuration.Tasks.DatabaseIdParameter

Il parametro SourceDatabase consente di specificare l'identità del database da cui viene eseguito il ripristino della cassetta postale eliminata in maniera definitiva o disconnessa.

SourceStoreMailbox

Obbligatorio

Microsoft.Exchange.Configuration.Tasks.StoreMailboxIdParameter

Il parametro SourceStoreMailbox consente di specificare l'identità della cassetta postale della quale ripristinare il contenuto. I valori validi per questo parametro sono i seguenti:

  • MailboxGUID

  • LegacyExchangeDN

  • DisplayName

Queste informazioni sono disponibili tramite l'esecuzione del cmdlet Get-MailboxStatistics.

TargetMailbox

Obbligatorio

Microsoft.Exchange.Configuration.Tasks.MailboxOrMailUserIdParameter

Il parametro TargetMailbox consente di specificare l'identità della cassetta postale o dell'utente di posta di cui ripristinare il contenuto. Per eseguire correttamente il comando, è necessario che siano presenti la cassetta postale di destinazione o l'utente di posta. I valori validi per questo parametro sono i seguenti:

  • GUID

  • Alias

  • LegacyExchangeDN

  • Dominio\Nome account

  • Indirizzo SMTP

AcceptLargeDataLoss

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

Il parametro AcceptLargeDataLoss consente di specificare che, quando BadItemLimit è impostato su un valore maggiore o uguale a 51, la perdita di una grande quantità di dati è accettabile. Se un elemento non può essere letto dal database di origine o scritto nel database di destinazione, verrà considerato danneggiato. Gli elementi danneggiati non saranno disponibili nel file PST o nella cassetta postale di destinazione.

AllowLegacyDNMismatch

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

Il parametro AllowLegacyDNMismatch consente di specificare che l'operazione può continuare se il LegacyExchangeDN della cassetta postale fisica di origine non corrisponde alla cassetta postale di destinazione. Per impostazione predefinita, il cmdlet esegue un controllo per assicurarsi che il LegacyExchangeDN della cassetta postale fisica di origine sia presente nell'utente di destinazione nel formato di LegacyExchangeDN o che un indirizzo proxy X500 corrisponda al LegacyExchangeDN. Questa verifica impedisce di ripristinare accidentalmente una cassetta postale di origine nella cassetta postale di destinazione errata.

Con questo parametro, non è necessario fornire alcun valore.

AssociatedMessagesCopyOption

Facoltativo

Microsoft.Exchange.MailboxReplicationService.FAICopyOption

Il parametro AssociatedMessagesCopyOption consente di specificare se i messaggi associati vengono copiati durante l'elaborazione della richiesta. I messaggi associati sono messaggi speciali che contengono dati nascosti con informazioni sulle regole, sulle visualizzazioni e sui moduli. Per impostazione predefinita, i messaggi associati non vengono copiati. I valori validi per questo parametro sono i seguenti:

  • DoNotCopy   I messaggi associati non vengono copiati. Questa è l'opzione predefinita.

  • MapByMessageClass   Questa opzione consente di trovare il messaggio associato corrispondente tramite una ricerca dell'attributo MessageClass del messaggio di origine. Se è presente un messaggio associato di questa classe in entrambe le cartelle di origine e destinazione, il messaggio associato nella destinazione viene sovrascritto. Se nella destinazione non è presente un messaggio associato, viene creata una copia nella destinazione.

  • Copy   Questa opzione consente di copiare i messaggi associati dall'origine alla destinazione. Se nei percorsi di origine e destinazione esiste lo stesso tipo di messaggio, questi messaggi associati vengono duplicati.

NotaNota:
Il filtro contenuto non viene applicato ai messaggi associati.

BadItemLimit

Facoltativo

Microsoft.Exchange.Data.Unlimited

Il parametro BadItemLimit consente di specificare il numero di elementi non validi da ignorare se la richiesta rileva un danneggiamento nella cassetta postale. Utilizzare 0 per non saltare nessuna voce errata. L'intervallo di input valido per questo parametro è compreso tra 0 e 2147483647. Il valore predefinito è 0. Si consiglia di mantenere il valore predefinito 0 e di modificare il valore del parametro BadItemLimit solo se la richiesta non riesce.

NotaNota:
Se si imposta il parametro BadItemLimit su un valore maggiore di 50, il comando non riesce e viene visualizzato l'avviso seguente: "Confermare di voler accettare una grande quantità di dati persi specificando AcceptLargeDataLoss". Se viene visualizzato questo avviso, è necessario eseguire di nuovo il comando utilizzando il parametro AcceptLargeDataLoss. Non verranno visualizzati ulteriori avvisi e gli elementi danneggiati non saranno disponibili al termine del processo.

BatchName

Facoltativo

System.String

Il parametro BatchName consente di specificare un nome descrittivo per il ripristino di un gruppo di cassette postali. È quindi possibile utilizzare il nome nel parametro BatchName come una stringa di ricerca quando si utilizza il cmdlet Get-MailboxRestoreRequest.

Confirm

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

L'opzione Confirm sospende l'elaborazione del comando in attesa che l'utente confermi l'operazione. Con l'opzione Confirm non è necessario specificare alcun valore.

ConflictResolutionOption

Facoltativo

Microsoft.Exchange.MailboxReplicationService.ConflictResolutionOption

Il parametro ConflictResolutionOption consente di specificare l'azione che il servizio di replica delle cassette postali di Microsoft Exchange deve eseguire se nella destinazione sono presenti più messaggi corrispondenti. I valori validi per questo parametro sono i seguenti:

  • KeepSourceItem

  • KeepLatestItem

  • KeepAll

Il valore predefinito è KeepSourceItem.

DomainController

Facoltativo

Microsoft.Exchange.Data.Fqdn

Il parametro DomainController consente di specificare il nome di dominio completo (FQDN) del controller di dominio che scrive questa modifica alla configurazione in Active Directory.

ExcludeDumpster

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

Il parametro ExcludeDumpster consente di specificare se escludere la cartella Elementi recuperabili. Con questo parametro, non è necessario includere alcun valore. Se il parametro non viene specificato, la cartella Elementi recuperabili viene copiata insieme alle seguenti sottocartelle:

  • Eliminazioni

  • Versioni

  • Ripuliture

ExcludeFolders

Facoltativo

System.String[]

Il parametro ExcludeFolders consente di specificare l'elenco delle cartelle da escludere durante la richiesta di ripristino.

I nomi delle cartelle non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole e non sono previste limitazioni sui caratteri. Utilizzare la sintassi seguente:

<Nomecartella>/*   Utilizzare questa sintassi per indicare una cartella personale all'interno della cartella specificata nel parametro SourceRootFolder, ad esempio "MyProjects" o "MyProjects/FY2010".

#<Nomecartella>#/*   Utilizzare questa sintassi per indicare una cartella nota indipendentemente dal nome della cartella in un'altra lingua. Ad esempio, #Inbox# indica la cartella Inbox, anche se questa viene localizzata in italiano (Posta in arrivo). Le cartelle note includono i seguenti tipi:

  • Posta in arrivo

  • SentItems

  • DeletedItems

  • Calendario

  • Contatti

  • Bozze

  • Journal

  • Attività

  • Note

  • JunkEmail

  • CommunicationHistory

  • Segreteria telefonica

  • Fax

  • Conflitti

  • SyncIssues

  • LocalFailures

  • ServerFailures

Se l'utente crea una cartella personale con lo stesso nome di una cartella nota e il simbolo # all'inizio e alla fine del nome, è possibile utilizzare una barra retroversa (\) come carattere di escape per specificare tale cartella. Ad esempio, se un utente crea una cartella denominata #Notes#, per specificare tale cartella (e non la cartella nota Notes) è necessario utilizzare la seguente sintassi: \#Notes\#.

NotaNota:
Non è possibile usare i caratteri jolly nei nomi delle cartelle.

IncludeFolders

Facoltativo

System.String[]

Il parametro IncludeFolders consente di specificare l'elenco delle cartelle da includere durante la richiesta di ripristino.

I nomi delle cartelle non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole e non sono previste limitazioni sui caratteri. Utilizzare la sintassi seguente:

<Nomecartella>/*   Utilizzare questa sintassi per indicare una cartella personale all'interno della cartella specificata nel parametro SourceRootFolder, ad esempio "MyProjects" o "MyProjects/FY2010".

#<Nomecartella>#/*   Utilizzare questa sintassi per indicare una cartella nota indipendentemente dal nome della cartella in un'altra lingua. Ad esempio, #Inbox# indica la cartella Inbox, anche se questa viene localizzata in italiano (Posta in arrivo). Le cartelle note includono i seguenti tipi:

  • Posta in arrivo

  • SentItems

  • DeletedItems

  • Calendario

  • Contatti

  • Bozze

  • Journal

  • Attività

  • Note

  • JunkEmail

  • CommunicationHistory

  • Segreteria telefonica

  • Fax

  • Conflitti

  • SyncIssues

  • LocalFailures

  • ServerFailures

Se l'utente crea una cartella personale con lo stesso nome di una cartella nota e il simbolo # all'inizio e alla fine del nome, è possibile utilizzare una barra retroversa (\) come carattere di escape per specificare tale cartella. Ad esempio, se un utente crea una cartella denominata #Notes#, per specificare tale cartella (e non la cartella nota Notes) è necessario utilizzare la seguente sintassi: \#Notes\#.

NotaNota:
Non è possibile usare i caratteri jolly nei nomi delle cartelle.

MRSServer

Facoltativo

Microsoft.Exchange.Data.Fqdn

Il parametro MRSServer consente di specificare il nome di dominio completo (FQDN) del server Accesso client su cui è in esecuzione l'istanza del servizio di replica delle cassette postali di Microsoft Exchange. Questo parametro viene utilizzato solo per il debug. Utilizzare questo parametro solo se indicato dal personale del supporto.

Name

Facoltativo

System.String

Il parametro Name indica il nome della richiesta specifica di verifica e visualizzazione degli scopi. Poiché è possibile avere più richieste di ripristino per cassetta postale, in Exchange il nome viene preceduto dall'alias della cassetta postale. Ad esempio, se si crea una richiesta di esportazione per la cassetta postale di un utente che contiene l'alias Kweku e si specifica il valore del parametro come RestoreFailedMoves, l'identità della richiesta di esportazione sarà Kweku\RestoreFailedMoves.

Se al momento della creazione non è stato specificato un nome per la richiesta di ripristino, Exchange genera automaticamente il nome predefinito MailboxRestore. Exchange genera fino a un massimo di 10 nomi a partire da MailboxRestore fino a MailboxRestoreX (dove X = 1–9).

Priority

Facoltativo

Microsoft.Exchange.MailboxReplicationService.RequestPriority

Il parametro Priority consente di specificare l'ordine di elaborazione di questa richiesta nella coda delle richieste. Le richieste vengono elaborate con un ordine basato sull'integrità, lo stato, la priorità e l'ora di ultimo aggiornamento del server.

SourceRootFolder

Facoltativo

System.String

Il parametro SourceRootFolder consente di specificare la cartella radice della cassetta postale da cui vengono ripristinati i dati. Se questo parametro non viene specificato, il comando ripristina tutte le cartelle.

Suspend

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

L'opzione Suspend consente di specificare se sospendere o meno la richiesta. Se si utilizza questa opzione, la richiesta viene accodata e non raggiunge lo stato InProgress fino a quando non viene ripresa. Con questa opzione non è necessario specificare alcun valore.

SuspendComment

Facoltativo

System.String

Il parametro SuspendComment consente di specificare la descrizione del motivo per cui la richiesta è stata sospesa. È possibile utilizzare questo parametro solo se si specifica il parametro Suspend.

TargetIsArchive

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

Il parametro TargetIsArchive indica che il contenuto viene ripristinato nell'archivio della cassetta postale di destinazione specificato.

TargetRootFolder

Facoltativo

System.String

Il parametro TargetRootFolder consente di specificare la cartella principale in cui ripristinare i dati. Se il parametro non viene specificato, il comando ripristina le cartelle nella struttura della cartella principale nell'archivio o nella cassetta postale di destinazione. Il contenuto viene unito nelle cartelle esistenti e vengono create nuove cartelle se non sono già esistenti nella struttura della cartella di destinazione.

WhatIf

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

Il parametro WhatIf consente al comando di simulare le azioni da intraprendere sull'oggetto. Utilizzando il parametro WhatIf, è possibile visualizzare le modifiche che verrebbero apportate, senza doverle applicare. Con il parametro WhatIf non è necessario specificare alcun valore.

Per verificare i tipi di input accettati da questo cmdlet, vedere Cmdlet e tipi di input e output. Se il campo per il tipo di input di un cmdlet è vuoto, il cmdlet non accetta dati di input.

Per verificare i tipi di output accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo per il tipo di output è vuoto, il cmdlet non restituisce dati.

Per creare una richiesta di ripristino, è necessario fornire il DisplayName, il LegacyDN o il MailboxGUID per la cassetta postale eliminata in maniera non definitiva o disabilitata. In questo esempio il Get-MailboxStatistics cmdlet viene utilizzato per restituire il DisplayName, il LegacyDN, il MailboxGUID e il DisconnectReason per tutte le cassette postali sul database relativo MBD01 con un motivo di disconnessione di SoftDeleted o Disabled.

Get-MailboxStatistics -Database MBD01 | Where { $_.DisconnectReason -eq "SoftDeleted" -or $_.DisconnectReason -eq "Disabled" } | Format-List LegacyDN, DisplayName, MailboxGUID, DisconnectReason

In questo esempio la cassetta postale di origine viene ripristinata con il MailboxGUID 1d20855f-fd54-4681-98e6-e249f7326ddd sul database relativo MBD01 nella cassetta postale di destinazione con l'alias Ayla.

New-MailboxRestoreRequest -SourceDatabase "MBD01" -SourceStoreMailbox 1d20855f-fd54-4681-98e6-e249f7326ddd -TargetMailbox Ayla

In questo esempio il contenuto della cassetta postale di origine viene ripristinato con il DisplayName di Tony Smith sul database delle cassette postali MBD01 nella cassetta postale di archiviazione di Tony@contoso.com.

New-MaiboxRestoreRequest -SourceDatabase "MBD01" -SourceStoreMailbox "Tony Smith" -TargetMailbox Tony@contoso.com -TargetIsArchive
 
Mostra: