Abilitare il controllo delle chiamate remote

Lync Server 2010
 

Ultima modifica dell'argomento: 2011-04-11

Il controllo delle chiamate remote consente agli utenti di controllare i telefoni PBX da tavolo utilizzando Microsoft Lync 2010. Se il controllo delle chiamate remote è stato distribuito nell'ambiente legacy e si desidera eseguirne la migrazione in Microsoft Lync Server 2010, è necessario eseguire le operazioni seguenti:

  1. Installare un gateway SIP/CSTA e configurarlo per comunicare con il sistema PBX. È necessario eseguire questo passaggio quando si distribuisce il pool pilota di Lync Server 2010. Per informazioni dettagliate sui gateway SIP/CSTA, vedere Attività di distribuzione per il controllo delle chiamate remote nella documentazione relativa alla pianificazione.

    noteNota:
    Questo passaggio è un prerequisito per la migrazione.
  2. Dopo l'unione della topologia e la migrazione dei criteri e delle impostazioni, configurare Lync Server 2010 per instradare le richieste CSTA al gateway SIP/CSTA. Questo passaggio è un passaggio manuale successivo alla migrazione automatica. Per configurare il routing delle richieste CSTA, eseguire le operazioni seguenti:

    • Rimuovere le voci host autorizzate legacy, note come voci server trusted in Lync Server 2010. In caso di migrazione degli utenti dalla distribuzione legacy, verificare di rimuovere tutte le voci host autorizzate esistenti create per il gateway SIP/CSTA prima di configurare nuove voci applicazioni attendibili nel pool pilota di Lync Server 2010. Per ulteriori informazioni su come rimuovere le voci host autorizzate legacy, vedere Rimuovere una voce host autorizzata in questa sezione.

    • Configurare una route statica per il controllo delle chiamate remote. È possibile configurare una route statica per singoli pool che si desidera supportino il controllo delle chiamate remote oppure è possibile configurare una route statica globale in modo che ogni pool che non è configurato con una route statica a livello di pool utilizzi la route statica globale. Per informazioni dettagliate su come configurare la route statica, vedere Configurare una route statica per il controllo delle chiamate remote nella documentazione relativa alla distribuzione.

    • Configurare una voce applicazione attendibile per il controllo delle chiamate remote in ogni pool per il quale si desidera il supporto per il controllo delle chiamate remote. Per informazioni dettagliate su come configurare una voce applicazione attendibile, vedere Configurare una voce applicazione attendibile per il controllo delle chiamate remote nella documentazione relativa alla distribuzione.

  3. Se è stato distribuito un gateway SIP/CSTA che utilizza il protocollo TCP (Transmission Control Protocol) per la connessione a Lync Server, definire l'indirizzo IP del gateway in Generatore di topologie. Per informazioni dettagliate sulla definizione dell'indirizzo IP, vedere Definire l'indirizzo IP di un gateway SIP/CSTA nella documentazione relativa alla distribuzione.

  4. Configurare gli utenti di Lync 2010 per il controllo delle chiamate remote abilitando il controllo delle chiamate remote e assegnando un URI (Uniform Resource Identifier) server linea e un URI linea. Quando si esegue la migrazione degli utenti dalla distribuzione legacy a Lync Server, insieme alle altre impostazioni utente viene eseguita anche la migrazione delle impostazioni di controllo delle chiamate remote.

    Per informazioni dettagliate sulla migrazione degli utenti, vedere Spostare più utenti. Per informazioni dettagliate sulla configurazione degli utenti per il controllo delle chiamate remote, vedere Abilitare gli utenti di Lync per il controllo delle chiamate remote nella documentazione relativa alla distribuzione.

  5. Se nella distribuzione legacy sono state personalizzate le regole di normalizzazione dei numeri di telefono della rubrica, è necessario eseguire alcune operazioni manuali al termine della migrazione automatica dei criteri e delle impostazioni, per migrare le regole di normalizzazione personalizzate. Se le regole di normalizzazione non sono state personalizzate, la migrazione della rubrica viene eseguita con il resto della topologia. Per informazioni dettagliate sulla migrazione manuale delle regole di normalizzazione personalizzate, vedere Eseguire la migrazione della rubrica.

 
Mostra: