Passaggi di pianificazione dei client durante la migrazione (migrazione Office Communications Server 2007)

Lync Server 2010
 

Ultima modifica dell'argomento: 2011-04-07

In questo argomento vengono illustrate importanti considerazioni di pianificazione per la migrazione e vengono descritti i passaggi relativi ai client che è consigliabile eseguire durante il processo di migrazione. Per facilitare la migrazione in Microsoft Lync Server 2010, valutare in che modo la procedura inciderà sugli utenti nel corso del periodo di coesistenza, distribuire i client appropriati per ottimizzare la produttività e verificare che le impostazioni utente vengano trasferite o configurate correttamente nel nuovo ambiente.

Per ridurre al minimo l'impatto della migrazione sulla produttività degli utenti, tenere presenti le considerazioni seguenti relative ai client durante le fasi di pianificazione della migrazione:

  • In Lync Server 2010 la maggior parte delle impostazioni di Criteri di gruppo utilizzate nelle versioni precedenti di Office Communications Server ora è controllata da criteri client di provisioning di tipo in-band, che sono basati su server. È possibile gestire tali impostazioni mediante il Pannello di controllo di Lync Server, l'interfaccia della riga di comando Windows PowerShell o entrambi. Per informazioni dettagliate sulla corrispondenza delle impostazioni di Criteri di gruppo della distribuzione esistente con le impostazioni di Lync Server 2010, vedere Migrazione delle impostazioni utente a Lync Server 2010.

  • Determinare la modalità con cui i client Lync Server 2010 interagiranno con le versioni client precedenti. Per informazioni dettagliate, vedere Interoperabilità dei client.

  • Se si sta distribuendo la funzionalità per le conferenze, sarà necessario comprendere come sono cambiate le riunioni in Lync Server 2010 e determinare in che modo la migrazione inciderà sulle riunioni nuove ed esistenti. Per informazioni dettagliate, vedere Considerazioni sulla migrazione per le riunioni.

  • Per supportare la funzionalità manager-delegato, è necessario eseguire la migrazione in Lync 2010 dei manager e dei delegati contemporaneamente.

  • Decidere la modalità con cui gli utenti che non hanno Lync 2010 installato parteciperanno alle riunioni di Lync Server 2010 e configurare di conseguenza la pagina di partecipazione alle riunioni. Ad esempio, oltre che mediante Lync Web App, è possibile consentire agli utenti di partecipare alle riunioni utilizzando Microsoft Lync 2010 Attendee o una versione precedente di Communicator. Per informazioni dettagliate, vedere Configurare la pagina di partecipazione alle riunioni.

  • Verificare che il bit di presenza avanzata sia impostato su True in Office Communications Server prima di eseguire il cmdlet Move-CsLegacyUser per eseguire la migrazione degli utenti. Se tale bit non è impostato su True, si verificherà un errore durante la migrazione degli utenti. Quando si imposta la presenza avanzata su True e si esegue di nuovo il cmdlet, gli utenti perdono i relativi elenchi dei contatti bloccati.

    tipSuggerimento:
    È possibile verificare il bit di presenza avanzata utilizzando lo strumento Snooper, disponibile in Office Communications Server 2007 Resource Kit. Eseguire Snooper in un computer che esegue Office Communications Server 2007. Fare clic su Reports, su Conferencing and Presence Reports, digitare le informazioni utente e quindi fare clic su Generate Report. Nei risultati verificare che l'opzione RichMode sia impostata su True.
  • Gli utenti che si avvalgono di Office Communicator 2007 o Office Communicator 2007 R2 (client di presenza avanzata) devono eseguire l'accesso a Office Communications Server almeno una volta prima che si proceda con la migrazione degli utenti. Se un utente non esegue l'accesso a Office Communications Server prima della migrazione degli utenti, perderà l'elenco dei contatti bloccati.

Nelle fasi 2 e 8 del processo di migrazione sono previsti passaggi specifici per la migrazione dei client. Tali passaggi vengono riepilogati più avanti in questo argomento. Per informazioni dettagliate, vedere i passaggi relativi a queste fasi del processo di migrazione.

Nella Fase 2: effettuare la preparazione per la migrazione utilizzare le regole di versione client nel server esistente per consentire l'accesso solo per i client con gli aggiornamenti più recenti e per bloccare l'accesso per i client Lync Server 2010.

Nella Fase 8: completare le attività di Post-migrazione (migrazione Office Communications Server 2007), dopo aver eseguito la migrazione degli utenti in Lync Server 2010, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Utilizzare le regole di versione client nel server che esegue Lync Server 2010 per consentire l'accesso solo per i client in cui sono installati gli aggiornamenti più recenti.

  2. Se opportuno, configurare le impostazioni di Criteri di gruppo necessarie per l'avvio automatico dei client. Per informazioni dettagliate, vedere Criteri e impostazioni client chiave. La configurazione di tali impostazioni è necessaria esclusivamente se si desidera cambiare i criteri esistenti per l'avvio automatico dei client o se si desidera impostare nuovi criteri di questo tipo. Se non si intende configurare criteri per l'avvio automatico dei client o si desidera che restino validi i criteri legacy, non sarà necessario eseguire alcuna azione particolare.

  3. Configurare gli altri criteri utente e client per utenti o gruppi di utenti specifici utilizzando il Pannello di controllo di Microsoft Lync Server 2010, Windows PowerShell o entrambi.

  4. Distribuire la versione più recente di Lync Server 2010 con gli ultimi aggiornamenti cumulativi.

  5. (Facoltativo) Se l'organizzazione richiede la modalità privacy della presenza avanzata di Lync 2010, al termine della migrazione definire una regola dei criteri di versione client per impedire alle versioni client precedenti di eseguire l'accesso. Abilitare quindi la modalità privacy della presenza avanzata. Per informazioni dettagliate, vedere Configurazione della modalità privacy della presenza avanzata nella documentazione relativa alla distribuzione.

    importantImportante:
    Non abilitare la modalità privacy della presenza avanzata di Lync 2010 finché per tutti gli utenti di un determinato pool di server non saranno state installate le versioni client più recenti. Le impostazioni di privacy di Lync 2010 non vengono applicate dalle versioni client precedenti. Se ai client meno recenti viene consentito di eseguire l'accesso, è possibile che la disponibilità, le informazioni di contatto e la foto di un utente di Lync 2010 vengano visualizzate da un utente non autorizzato. Le opzioni di gestione della privacy di un utente di Lync 2010 vengono inoltre reimpostate se tale utente successivamente esegue l'accesso con una versione precedente del client.
  6. (Facoltativo) Se si utilizza il controllo delle chiamate remote, creare criteri di gruppo per impostare l'opzione Abilita integrazione con sistema telefonico in uso nella sezione Integrazione telefono di Lync 2010.

 
Mostra: