Business intelligence self-service con Excel, PowerPivot per Excel ed Excel Services

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Server 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2017-01-19

In questo articolo viene descritto come configurare Microsoft Excel 2010 e Microsoft SQL Server 2008 R2 PowerPivot per Microsoft Excel 2010 per importare dati di business intelligence e quindi pubblicare report in un sito Web di Microsoft SharePoint Server 2010 utilizzando Excel Services in Microsoft SharePoint Server 2010.

L'uso in rapido aumento delle analisi dati per gestire un'attività globale spesso mette sotto pressione il reparto IT di un'organizzazione. In passato i reparti IT in genere creavano set di modelli standard da utilizzare per la generazione di report. L'information worker (IW) era costretto ad affidarsi al reparto IT per la generazione di tali report e il processo richiedeva spesso vari giorni. I più recenti strumenti di business intelligence Microsoft self-service consentono di allegerire la pressione sul reparto IT in quanto permettono agli utenti business di analizzare i dati nonché di generare direttamente report e dati di analisi.

Utilizzando Excel Services e PowerPivot per Excel 2010 gli utenti possono importare dati da un database back-end quale Microsoft SQL Server 2008 R2, Microsoft SQL Server 2008 Analysis Services (SSAS), Microsoft SQL Server 2008 Reporting Services (SSRS), IBM, Oracle e sistemi SAP. Possono inoltre importare dati da più fogli di calcolo o cartelle di lavoro di Excel 2010, nonché database di Microsoft Access 2010.

Dopo aver importato i dati necessari da un'origine dati back-end, da un feed di dati o da un file di dati, gli utenti possono produrre report utilizzando Excel 2010 o PowerPivot per Excel e quindi utilizzando Excel Services per visualizzare i nuovi dati in un sito Web di SharePoint Server 2010.

Contenuto dell'articolo:

  • Configurare Excel 2010 e PowerPivot per Excel 2010

  • Importare dati esterni mediante Excel 2010 e PowerPivot per Excel 2010

  • Pubblicare dati importati in SharePoint Server 2010 utilizzando Excel Services

PowerPivot per Excel 2010 è un componente aggiuntivo gratuito che aggiunge funzionalità di analisi dei dati e di calcolo avanzato a Excel 2010. Per poter utilizzare PowerPivot per Excel 2010, è necessario installare il componente aggiuntivo PowerPivot per Excel 2010. PowerPivot per Excel 2010 è disponibile per il download in Microsoft | PowerPivot (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

Per installare PowerPivot per Excel 2010
  1. Se si esegue un sistema operativo diverso da Microsoft Windows 7 o Microsoft Windows Server 2008 R2, è necessario installare .NET Framework 3.5 SP1.

  2. Installare Microsoft Office 2010

  3. Installare PowerPivot per Excel 2010

    ImportanteImportant
    Se si installa una versione a 32 bit di Excel, è necessario utilizzare la versione a 32 bit di PowerPivot. Se si installa una versione a 64 bit di Excel, è necessario utilizzare la versione a 64 bit di PowerPivot.
    NotaNote
    Quando si avvia Excel 2010 per la prima volta, viene richiesta l'autorizzazione per caricare PowerPivot per Excel 2010.

Dopo aver installato PowerPivot per Excel 2010, è possibile fare clic su ? o premere F1 per accedere alla Guida di PowerPivot per Microsoft Excel (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese). Per informazioni aggiuntive sulla Guida e i download, vedere PowerPivot per Excel (Business Intelligence).

In questa sezione viene descritto come utilizzare Excel 2010 e PowerPivot per Excel 2010 per importare dati esterni da più origini. Entrambe le applicazioni consentono di eseguire questa operazione, ma PowerPivot per Excel 2010 supporta file fino a una dimensione di 2 GB e consente di lavorare con un massimo di 4 GB di dati in memoria. Come è stato accennato in precedenza, gli utenti possono importare dati da un database back-end quale Microsoft SQL Server 2008 R2, Microsoft SQL Server 2008 Analysis Services (SSAS), Microsoft SQL Server 2008 Reporting Services (SSRS), IBM, Oracle e sistemi SAP. Possono inoltre utilizzare entrambe le applicazioni per importare dati da altri fogli di calcolo o cartelle di lavoro di Excel, nonché da database Access 2010 su desktop e Web.

Contenuto della sezione:

  • Importare dati esterni mediante Excel 2010

  • Importare dati esterni mediante PowerPivot per Excel 2010

È possibile importare dati in Excel 2010 in due modi, ovvero utilizzando la caratteristica Carica dati esterni oppure utilizzando la Connessione guidata dati per connettersi a varie origini dati. Nello specifico si tratta di:

  • Microsoft SQL Server

  • Microsoft SQL Server Analysis Services (SSAS)

  • Nome origine dati (DSN) ODBC

  • Accesso ai dati Microsoft - Provider OLE DB per Oracle

  • Altro/Avanzate

Per importare dati con la caratteristica Carica dati esterni
  1. In Excel 2010 aprire una nuova cartella di lavoro.

  2. Nella barra dei menu fare clic su Dati.

  3. Nella barra multifunzione, nella sezione Carica dati esterni, fare clic su Da altre origini e quindi selezionare l'origine da cui si desidera importare dati esterni. L'elenco visualizzato include le opzioni seguenti:

    • Da Access

    • Dal Web

    • Da testo

    • Da altre origini

      • Da SQL Server

      • Da Analysis Services

      • Da importazione dati XML

      • Da Connessione guidata dati

      • Da Microsoft Query

    • Connessioni esistenti

Per stabilire una connessione origine dati con la Connessione guidata dati
  1. In Excel 2010 aprire una cartella di lavoro vuota.

  2. Nella barra dei menu fare clic su Dati e quindi su Connessioni nel gruppo Connessioni.

  3. Nella finestra Connessioni cartella di lavoro fare clic su Aggiungi.

  4. Nella finestra Connessioni esistenti vengono visualizzati tutti i file delle connessioni correnti. Se si desidera aggiungere una connessione non elencata, fare clic su Sfoglia.

  5. Nella finestra Seleziona origine dati vengono visualizzati altri file delle connessioni. Se si desidera trovare una connessione non elencata, fare clic su Nuova origine.

  6. Quando si apre la Connessione guidata dati, viene visualizzato l'elenco seguente di origini dati:

    • Microsoft SQL Server

    • Microsoft SQL Server Analysis Services (SSAS)

    • Nome origine dati (DSN) ODBC

    • Accesso ai dati Microsoft - Provider OLE DB per Oracle

    • Altro/Avanzate

  7. Fare clic su una delle origini dati e quindi su Avanti per avviare la procedura guidata.

L'importazione di dati esterni con PowerPivot per Excel 2010 rappresenta la caratteristica predefinita per questo componente aggiuntivo di Excel 2010. È possibile utilizzare varie origini per importare i dati. PowerPivot per Excel 2010 è analogo a Excel 2010 in quanto consente di importare dati e di connettersi a un'origine dati per importare i dati. Nell'elenco seguente sono mostrate le numerose origini dati che PowerPivot per Excel 2010 può utilizzare:

  • Database di Access

  • Database relazionali SQL Server

  • Database relazionali Oracle

  • Database relazionali Teradata

  • Database relazionali Informix

  • Database relazionali IBM DB2

  • Database relazionali Sybase

  • Altri database relazionali (provider OLE DB o driver ODBC)

  • File di testo

  • File Microsoft Excel

  • Cartella di lavoro di PowerPivot

  • Cubo Analysis Services

  • Feed dati

Per importare dati da un database
  1. In Excel 2010 fare clic su PowerPivot nella barra dei menu e quindi su Finestra PowerPivot Window nella sezione di avvio.

  2. In PowerPivot per Excel 2010 fare clic su Da database nel gruppo Carica dati esterni.

  3. Scegliere l'origine dati desiderata nell'elenco disponibile:

    • Da SQL Server

    • Da Access

    • Da Analysis Services o PowerPivot

  4. Completare la procedura guidata.

Per importare dati da un report
  1. In PowerPivot per Excel 2010 fare clic su Da report nel gruppo Carica dati esterni.

  2. Nell'Importazione guidata tabella immettere il nome della connessione in Nome descrittivo connessione.

  3. Fare clic su Sfoglia e selezionare un server Microsoft SQL Server Reporting Services (SSRS) o un URL. Se si utilizzano spesso i report su un server dei report, è possibile che il server sia elencato in Siti e server recenti. Se non sono elencati server o siti SQL Server Reporting Services, immettere un indirizzo di un server o sito Reporting Services nello spazio Nome, fare clic su Apri e quindi esaminare le cartelle sul server o selezionare il report.

  4. L'Importazione guidata tabella consente di connettersi al report e quindi di visualizzarlo nell'area di anteprima.

  5. Fare clic su Avanti e selezionare il report da importare, quindi fare clic su Apri.

  6. Nell'Importazione guidata tabella viene quindi visualizzata la finestra Selezione tabelle e viste in cui è possibile selezionare le tabelle e le viste da cui importare i dati. Se è presente solo una tabella nel report da importare, è anche possibile fare clic su Visualizza anteprima e applica filtro per selezionare le colonne da importare.

  7. Dopo aver selezionato i dati da importare, fare clic su Fine e quindi su Chiudi quando viene visualizzato il messaggio di completamento dell'operazione di importazione.

Per ulteriori informazioni, vedere Guida e procedure di Excel 2010.

Dopo aver importato i dati esterni in PowerPivot per Excel 2010 e averli salvati in un foglio di calcolo o una cartella di lavoro di Excel, il passaggio successivo consiste nel pubblicarli in SharePoint Server 2010.

Per pubblicare i dati importati in SharePoint Server 2010
  1. In Excel 2010 fare clic sulla barra multifunzione File, scegliere Salva e invia nel menu e quindi fare clic su Salva in SharePoint all'interno della sezione Salva e invia.

  2. Nella sezione Percorsi recenti fare clic su un percorso nell'elenco e quindi su Salva con nome. Se non sono ancora state pubblicate cartelle di lavoro, non saranno elencati percorsi nella sezione Percorsi recenti. In questo caso fare clic su Cerca percorso nella sezione Percorsi e immettere l'URL del sito SharePoint Server nella finestra di dialogo Salva con nome. Quindi esplorare il sito o la raccolta in cui si desidera salvare il foglio di calcolo o la cartella di lavoro.

    NotaNote
    È necessario considerare esplicitamente attendibile la raccolta SharePoint Server, i percorsi UNC o i siti Web HTTP per poter visualizzare le cartelle di lavoro di Excel 2010 in un browser dopo la pubblicazione in un sito Web SharePoint Server. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare l'autenticazione di Excel Services (SharePoint Server 2010) e Manage Excel Services trusted locations (SharePoint Server 2010).
  3. Nella finestra di dialogo Salva con nome fare clic su Opzioni pubblicazione se si desidera pubblicare solo singoli fogli dalla cartella di lavoro, elementi specifici nella cartella di lavoro o impostare parametri in modo che determinate celle siano modificabili quando si visualizza la cartella di lavoro. Nella finestra di dialogo Opzioni pubblicazione è anche possibile selezionare Apri in Excel nel browser per visualizzare immediatamente la cartella di lavoro in un browser dopo averla pubblicata e Salva anteprima. Al termine, fare clic su Salva.

È anche possibile utilizzare la caratteristica Aggiungi documento nella raccolta documenti SharePoint Server per salvare i file direttamente. Se inoltre nel computer SharePoint Server è installato WebDAV, è possibile copiare un file nella farm di SharePoint Server come una condivisione di file, ad esempio \\sharepoint-farm\sute\subsite\doclib.

Per ulteriori informazioni sulla distribuzione della business intelligence self-service nell'organizzazione, vedere i collegamenti seguenti:

Mostra: