Creare rapporti e moduli per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Server 2010 Enterprise

Ultima modifica dell'argomento: 2015-03-09

I moduli e i rapporti di pianificazione finanziaria possono essere creati a partire da modelli di dati multidimensionali con tabelle pivot di Microsoft Excel 2010. In questo contesto i moduli vengono definiti come tabelle pivot di pianificazione utilizzate per la raccolta dei dati del piano, mentre i rapporti sono tabelle pivot di sola lettura utilizzate principalmente per il reporting. In questo articolo l'argomento principale è costituito dai moduli del piano. È importante sapere che sono disponibili due tipi di tabelle pivot, uno fornito in modo nativo in Excel 2010 e uno che fa parte del componente aggiuntivo PowerPivot. Verranno inoltre esaminati i vantaggi olistici relativi a entrambi i tipi di tabelle pivot. Tra i vantaggi della creazione di moduli e rapporti in Excel 2010 vi sono i seguenti:

  • Le tabelle pivot abilitate per il writeback consentono agli Information Worker di pubblicare aggiornamenti nei cubi di SQL Server Analysis Services.

  • La funzionalità di simulazione consente agli Information Worker di valutare immediatamente le variazioni a fronte dei cubi SSAS.

  • È possibile eseguire la distribuzione e l'allocazione a fronte dei cubi SSAS.

  • Sono disponibili set di tabelle pivot per la creazione di definizioni di assi comuni (riga, colonna e così via) facilmente riutilizzabili in altri moduli e rapporti.

  • Viene fornito il supporto per MDX a fronte dei cubi SSAS durante la definizione dei set.

  • È possibile eseguire la pubblicazione in SharePoint per soddisfare i requisiti relativi alla creazione di rapporti Web.

  • È consentito l'accesso completo alle funzionalità di formattazione native di Excel.

  • Gli Information Worker possono utilizzare un ambiente Excel a cui sono abituati.

Vi sono tuttavia alcune considerazioni da tenere presenti:

  • Il writeback delle tabelle pivot consente un controllo limitato sulle aree disponibili per l'input. I progettisti potrebbero dover aggiornare manualmente le aree della tabella pivot per visualizzare la disponibilità dell'input, ma non possono impedire l'immissione dati in tali aree, a meno che non venga applicata la sicurezza SSAS.

  • L'utilizzo della sicurezza per definire le aree dati aggiornabili nella tabella pivot può complicare la gestione delle configurazioni di sicurezza.

  • La creazione di espressioni dinamiche per le definizioni di riga e colonna può essere difficoltosa. La selezione dei singoli membri nelle dimensioni può essere un'attività lunga e noiosa.

  • L'impossibilità per gli Information Worker di visualizzare tutte le modifiche attualmente apportate al modello di dati può creare confusione in merito agli ultimi dati da pubblicare.

  • Non è possibile inviare annotazioni insieme agli aggiornamenti dei dati finanziari.

In questa sezione verrà illustrato come creare un modulo di esempio per dimostrare parte della flessibilità offerta dallo strumento di progettazione di tabelle pivot di Excel. Lo schema da seguire per creare il modulo di esempio è il seguente.

Creazione della tabella pivot

  1. Stabilire una connessione al modello di dati.

  2. Creare la tabella pivot.

  3. Progettare i set con MDX.

  4. Progettare il layout.

  5. Eseguire la pubblicazione in SharePoint.

  1. Prima di creare un modulo, stabilire una connessione al modello di dati. Connettersi al server SQL Server 2008 Analysis Services da Excel e visualizzare i cubi disponibili che è possibile utilizzare per la pianificazione.

  2. Per un modulo di esempio, connettersi al cubo relativo alla previsione (Forecast) dal database "AdventureWorks Planning".

È inoltre possibile stabilire una connessione al modello di PowerPivot per creare il modulo. A tale scopo, aprire innanzitutto il file della cartella di lavoro in cui è archiviato il modello di PowerPivot, il quale può trovarsi nel computer client locale oppure in una Raccolta PowerPivot di SharePoint. Iniziare inserendo una tabella pivot nella posizione desiderata nel foglio di calcolo. Selezionare quindi Connessioni esistenti, dove è possibile specificare il modello di PowerPivot locale da cui creare un modulo. Dopo la selezione, è possibile iniziare a creare il modulo.

È possibile creare una tabella pivot definendone gli assi, ovvero Riga, Colonna, Filtro e Dati. Iniziare selezionando dal modello di dati le dimensioni e le proprietà appropriate da posizionare su ogni asse mediante la selezione dall'Elenco campi tabella pivot. Nel caso del modulo di esempio, i dati sono quelli riportati nella tabella seguente.

 

Riga Colonna Filtro Dati

Product.ProductGroup

Ora (Time)

Geografia (Geography)

Valore (Value)

Product.ProductSubGroup

 

Scenario

 

Product.MemberName

 

Conto (Account)

 

Quando si crea un modulo per il piano, considerare quanto segue:

  • Utilizzare il Layout rapporto come "Mostra in formato tabella". In questo modo, si avranno etichette chiare nelle intestazioni di riga e un formato compatto per i dati visualizzati nel modulo.

  • Utilizzare set di tabelle pivot per creare layout simmetrici come nelle colonne, con "valori effettivi" ("Actual") per i primi tre mesi e "previsione" ("Forecast") per i mesi restanti dell'anno. Salvando la definizione di colonna nei set, sarà possibile riutilizzarla facilmente in altri moduli.

  • Utilizzare le opzioni della tabella pivot per non visualizzare le righe vuote deselezionando l'impostazione "Mostra elementi con righe prive di dati".

  • Come regola generale per la progettazione di un modulo, di solito è consigliabile raggruppare estesi intervalli di input contigui invece di avere più sezioni interrotte da grandi spazi intermedi. Questo vale soprattutto nei casi in cui i dati del piano hanno aree contigue con una logica di calcolo analoga. Ma perché è così importante? Gli Information Worker spesso utilizzeranno il trascinamento del quadratino di riempimento di Excel per inserire le formule nel foglio e il fatto di avere contigue le aree di input facilita l'utilizzo.

Per generare rapporti più personalizzati a partire dai cubi di Analysis Services, gli specialisti IT possono utilizzare MDX per sviluppare un modulo mediante set di tabelle pivot. È possibile avviare i set di tabelle pivot selezionando Campi, elementi e set in Calcoli di Strumenti tabella pivot e quindi selezionando Gestisci set. In questo modo è possibile creare un nuovo set di righe, colonne e filtri incollando l'MDX predefinito.

Dopo avere creato i set, è possibile tornare all'Elenco campi tabella pivot e utilizzare tali set per definire i campi Riga, Colonna e Filtro.

Con lo strumento di progettazione di tabelle pivot, è possibile creare moduli con formattazione personalizzata in cui i dati vengano visualizzati nel formato più adatto per l'input. Nel caso di questo scenario di pianificazione, verranno colorate in bianco le sezioni di sola lettura, in giallo le sezioni di input per il piano e in grigio le sezioni che vengono calcolate.

Excel 2010 offre un editor formato avanzato che è possibile utilizzare per usufruire di diverse funzionalità di formattazione.

Concepts

Scenari di pianificazione di base nelle soluzioni e negli scenari di pianificazione BI
Pianificazione del data mart per soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Concetti relativi alla modellazione della pianificazione in soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Modellazione di cubi per il writeback in soluzioni e scenari di Business Intelligence
Considerazioni sulle prestazioni e approcci nelle soluzioni e negli scenari di Business Intelligence
Modellazione dei cubi con PowerPivot di Excel nelle soluzioni e negli scenari di pianificazione BI
Creare rapporti e moduli per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI
Inviare dati del piano per soluzioni e scenari di Business Intelligence
Azioni di flusso di lavoro, diagramma del flusso di lavoro e impostazione di flussi di lavoro di SharePoint per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI
Rilevamento di controllo per soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Amministrazione per soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Calcoli per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI
Funzioni di pianificazione aggiuntive per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI
Migrazione per soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Gestione per soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Dalla gestione aziendale alla gestione delle filiali per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI
Guida alla modellazione e alla creazione di report per la pianificazione per le soluzioni e gli scenari di pianificazione BI
Guida alla creazione delle funzionalità di pianificazione per soluzioni e scenari di pianificazione di Business Intelligence
Esempi di calcolo di pianificazione e definizione del budget per soluzioni e scenari di pianificazione di Business intelligence

Mostra: