Eseguire la migrazione delle impostazioni di ricerca per la migrazione delle funzionalità di ricerca (SharePoint Server 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Server 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

In questo articolo vengono descritti i metodi utilizzabili nella migrazione delle funzionalità di ricerca per recuperare le impostazioni di ricerca dalla farm originale e riprodurle nella nuova farm.

Prima di leggere questo articolo, è consigliabile acquisire familiarità con gli articoli seguenti relativi alla migrazione delle funzionalità di ricerca:

Per rendere la lettura di questo articolo più rapida, sono stati utilizzati i termini seguenti:

 

Farm originale

La farm di Office SharePoint Server 2007 utilizzata dall'organizzazione in un ambiente di produzione, in cui è stato distribuito Ricerca contenuti organizzazione SharePoint.

Nuova farm

Una nuova farm di SharePoint Server 2010 che verrà distribuita e inizialmente utilizzata solo per la migrazione delle funzionalità di ricerca.

Ambiente della funzionalità di ricerca

Ambiente in cui la migrazione delle funzionalità di ricerca è stata completata. In questo ambiente gli utenti finali possono utilizzare le caratteristiche di query-ricerca e di risultati-ricerca di SharePoint Server 2010 quando inviano query di ricerca nella farm originale o nella nuova farm

Nella tabella seguente sono indicate le modalità di migrazione delle varie impostazioni di ricerca.

 

Per eseguire la migrazione di questa impostazione nella nuova farm È possibile utilizzare questo metodo

Maggiore rilevanza, parole chiave, sinonimi, ambiti a livello del provider di servizi condivisi con regole di ambito associate e gruppi di visualizzazione

Strumento di migrazione per Ricerca contenuti organizzazione SharePoint per SharePoint Server 2010 (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese)

NotaNote
  • Lo strumento di migrazione per Ricerca contenuti organizzazione non esegue la migrazione di altre impostazioni da una farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007 a una farm di Microsoft SharePoint Server 2010. Non esporta ad esempio l'URL del Centro ricerche, la modalità della casella di riepilogo a discesa della ricerca oppure l'URL della pagina dei risultati della ricerca.

  • Lo strumento di migrazione per Ricerca contenuti organizzazione non esegue la migrazione degli ambiti a livello della raccolta siti se non sono presenti raccolte siti corrispondenti nella nuova farm. In una migrazione delle funzionalità di ricerca normalmente non sono presenti raccolte siti nella nuova farm poiché non vi è ancora alcun contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere le sezioni Migrazione degli ambiti a livello del provider di servizi condivisi e Migrazione di ambiti a livello di raccolta siti più avanti in questo articolo.

Impostazioni di ricerca a livello di farm, ad esempio regole di impatto del crawler, impostazioni del proxy e impostazioni di timeout

Aggiornamento basato sul collegamento di database. Per ulteriori informazioni, vedere Eseguire un aggiornamento a SharePoint Server 2010 basato sul collegamento di database.

File del Thesaurus

Copiare manualmente i file del Thesaurus nella nuova farm. Per ulteriori informazioni, vedere Manage thesaurus files (SharePoint Server 2010).

File delle parole non significative

Copiare manualmente i file delle parole non significative nella nuova farm. Per ulteriori informazioni, vedere Manage stop word files (SharePoint Server 2010).

Dizionari personalizzati

Copiare manualmente i dizionari personalizzati nella nuova farm. Per ulteriori informazioni, vedere Create a custom dictionary (SharePoint Server 2010).

Filtri IFilter non installati con il prodotto

Installare manualmente i filtri iFilter nella nuova farm. Per ulteriori informazioni, vedere File types and IFilters reference (SharePoint Server 2010).

Gestori di protocollo non installati con il prodotto

Installare manualmente i gestori di protocollo nella nuova farm. In SharePoint Server 2010 i gestori di protocollo sono definiti connettori. Per ulteriori informazioni, vedere Default connectors (SharePoint Server 2010).

Origini di contenuto

  1. Recuperare manualmente o a livello di programmazione le origini di contenuto associate al servizio di ricerca di Office SharePoint di ogni provider di servizi condivisi. Per informazioni su come recuperare a livello di programmazione le origini di contenuto da una farm di Office SharePoint Server 2007, vedere la procedura per recuperare origini di contenuto da un provider di servizi condivisi (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

  2. Riprodurre manualmente o a livello di programmazione le origini di contenuto nella nuova farm. Per informazioni su come utilizzare Windows PowerShell per creare un'origine di contenuto in una farm di SharePoint Server 2010, vedere New-SPEnterpriseSearchCrawlContentSource.

Tipi di file

  1. Recuperare manualmente o a livello di programmazione le impostazioni dei tipi di file associate al servizio di ricerca di Office SharePoint di ogni provider di servizi condivisi. Per informazioni su come recuperare a livello di programmazione le impostazioni dei tipi di file da una farm di SharePoint Server 2007, vedere la classe Extension (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

  2. Riprodurre manualmente le impostazioni dei tipi di file nella nuova farm.

Pagine rilevanti

  1. Recuperare manualmente o a livello di programmazione le pagine rilevanti associate al servizio di ricerca di Office SharePoint di ogni provider di servizi condivisi. Per informazioni su come recuperare a livello di programmazione le pagine rilevanti utilizzando la raccolta AuthorityPages della classe Ranking, vedere la proprietà Ranking.AuthorityPages (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

  2. Riprodurre manualmente o a livello di programmazione le pagine rilevanti nella nuova farm. Per informazioni su come utilizzare Windows PowerShell in una farm di SharePoint Server 2010 per creare una pagina rilevante e impostarne le proprietà, vedere New-SPEnterpriseSearchQueryAuthority e Set-SPEnterpriseSearchQueryAuthority.

Avvisi

Riprodurre manualmente le impostazioni degli avvisi.

Mapping dei nomi server

Riprodurre manualmente i mapping dei nomi server.

Percorsi federati

Esportare i percorsi federati dalla farm originale e importarli nella nuova farm. Per informazioni sulla configurazione di un percorso federato in SharePoint Server 2010, vedere la classe LocationConfiguration (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

Proprietà sottoposte a ricerca per indicizzazione

  1. Recuperare manualmente o a livello di programmazione le proprietà sottoposte a ricerca per indicizzazione associate al servizio di ricerca di Office SharePoint di ogni provider di servizi condivisi. Per informazioni su come recuperare a livello di programmazione le proprietà sottoposte a ricerca per indicizzazione da una farm di SharePoint Server 2007, vedere la procedura per recuperare proprietà sottoposte a indicizzazione per una categoria nello schema di ricerca (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

  2. Riprodurre manualmente o a livello di programmazione le proprietà sottoposte a ricerca per indicizzazione nella nuova farm. Per informazioni su come utilizzare Windows PowerShell in una farm di SharePoint Server 2010 per creare una proprietà sottoposta a ricerca per indicizzazione e impostarne le proprietà, vedere New-SPEnterpriseSearchMetadataCrawledProperty e Set-SPEnterpriseSearchMetadataCrawledProperty.

Proprietà gestite

  1. Recuperare manualmente o a livello di programmazione le proprietà gestite associate al servizio di ricerca di Office SharePoint di ogni provider di servizi condivisi. Per informazioni su come recuperare a livello di programmazione le proprietà gestite da una farm di SharePoint Server 2007, vedere la procedura per recuperare proprietà gestite per un provider di servizi condivisi (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

  2. Riprodurre manualmente o a livello di programmazione le proprietà gestite nella nuova farm. Per informazioni su come utilizzare Windows PowerShell in una farm di SharePoint Server 2010 per creare una proprietà gestita e impostarne le proprietà, vedere New-SPEnterpriseSearchMetadataManagedProperty e Set-SPEnterpriseSearchMetadataManagedProperty.

È possibile eseguire la migrazione degli ambiti a livello del provider di servizi condiviso in uno dei modi seguenti:

Utilizzando uno qualsiasi di questi metodi si crea un mapping uno-a-uno tra gli ambiti a livello del provider di servizi condivisi nella farm originale e gli ambiti a livello dell'applicazione di servizio nella nuova farm. Quando un utente invia una query che utilizza un ambito a livello del provider di servizi condivisi mappato a un ambito a livello dell'applicazione di servizio, il sistema di ricerca nella nuova farm riceve la query dalla farm originale e utilizza l'ambito mappato per restringere i risultati della ricerca in base all'ambito a livello del provider di servizi condivisi.

In una migrazione delle funzionalità di ricerca non è possibile eseguire la migrazione degli ambiti a livello della raccolta siti poiché nella nuova farm non è ancora disponibile alcun contenuto o raccolta siti di SharePoint. Di conseguenza, quando un utente seleziona un ambito a livello della raccolta siti nella farm originale, tale ambito non è utilizzabile e l'utente riceverà un messaggio di errore in cui si segnala che l'ambito non esiste. Per risolvere il problema, è possibile mappare manualmente l'ambito a livello della raccolta siti nella farm originale a un nuovo ambito a livello dell'applicazione di servizio nella nuova farm. Questa operazione può essere eseguita per qualsiasi ambito a livello della raccolta siti nella farm originale. Può tuttavia diventare un'operazione che richiede molto tempo se si desidera mappare numerosi ambiti a livello della raccolta siti. Quando un utente finale invia una query nella farm originale che utilizza un ambito a livello dell'applicazione di servizio mappato a un ambito a livello dell'applicazione di servizio, il sistema di ricerca nella nuova farm riceve la query e utilizza il mapping dell'ambito creato per restringere i risultati della ricerca a livello della raccolta siti. Per ulteriori informazioni, vedere Per mappare un ambito a livello della raccolta siti a un ambito a livello dell'applicazione di servizio più avanti in questo articolo.

NotaNote
Non è possibile avere nella nuova farm più ambiti a livello dell'applicazione di servizio con lo stesso nome. I risultati della soluzione potrebbero pertanto essere imprevedibili se si tenta di mappare più ambiti dalla farm originale con lo stesso nome, ad esempio ambiti a livello della raccolta siti o ambiti a livello del provider di servizi condivisi. I risultati possono essere imprevedibili se, ad esempio, si esegue la migrazione di un ambito a livello del provider di servizi condivisi denominato "Vendite" a un ambito a livello dell'applicazione di servizio con lo stesso nome, quindi si mappa un ambito a livello della raccolta siti denominato "Vendite" a un ambito a livello dell'applicazione di servizio con lo stesso nome.

  1. Verificare che l'account utente che sta eseguendo la procedura sia membro del gruppo Amministratori farm nella nuova farm.

  2. Fare riferimento a Manage search scopes (SharePoint Server 2010) quando si eseguono le attività seguenti:

    1. Creare un ambito a livello dell'applicazione di servizio con lo stesso nome dell'ambito a livello della raccolta siti nella farm originale.

    2. Creare una regola di ambito per il nuovo ambito a livello dell'applicazione di servizio.

    3. Nella pagina Aggiungi regola ambito per la nuova regola di ambito fare clic su Indirizzo Web nella sezione Tipo di regola di ambito.

    4. Nella stessa pagina Aggiungi regola ambito specificare nella sezione Indirizzo Web l'URL della raccolta siti nella farm originale che si desidera mappare a questa applicazione di servizio. In questo modo è possibile garantire che l'ambito a livello dell'applicazione di servizio si applichi solo alla raccolta siti specificata nella farm originale.

NotaNote
Dopo aver eseguito la migrazione dei database del contenuto nella nuova farm, è possibile eliminare gli ambiti a livello dell'applicazione di servizio superflui.

Mostra: