Abilitare il filtro URL per Web Analytics (SharePoint Server 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Server 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

In questo articolo viene illustrato come utilizzare il filtro URL in Web Analytics per Microsoft SharePoint Server 2010. Questa funzionalità è abilitata nella hotfix illustrata nell'articolo 2553920 della Microsoft Knowledge Base: Descrizione del pacchetto hotfix di SharePoint Server 2010 (wasrvwfe-x-none.msp): 28 giugno 2011 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=224920&clcid=0x410). Questa hotfix consente agli amministratori di farm di utilizzare Windows PowerShell per specificare gli URL che verranno elaborati da Web Analytics tramite nuovi parametri nel cmdlet set-spwebanalyticsserviceapplication.

In SharePoint Server 2010 il servizio Web Analytics implementare la scalabilità verticale oltre a 30.000 componenti di SharePoint Server. Prima di questa hotfix, questo limite veniva applicato all'intera farm. La hotfix consente agli amministratori di farm di abilitare l'applicazione di filtri agli URL della farm di SharePoint Server, in modo che i dati di Web Analytics vengano raccolti ed elaborati solo su URL di farm specificati.

Dopo l'aggiunta di un URL all'elenco di filtri, tutti gli eventi di utilizzo sotto tale URL vengono elaborati dal servizio Web Analytics. Tutti gli oggetti nel sito Web di base e tutti i siti Web figlio dell'URL specificato vengono applicati al limite di 30.000 componenti.

Se si rimuove un URL aggiunto in precedenza dall'elenco di filtri consentiti, i dati relativi a tale URL rimarranno nel sistema e verranno conteggiati nel calcolo del limite di 30.000 componenti. Per rimuovere i dati di Web Analytics dai siti che si trovano sotto a URL rimossi, eliminare tutti i dati di Web Analytics e quindi riavviare la raccolta di dati con un nuovo elenco di URL.

Per ulteriori informazioni sui limiti di Web Analytics in SharePoint Server 2010, vedere Capacity requirements for the Web Analytics Shared Service in SharePoint Server 2010.

Contenuto dell'articolo:

Per abilitare il filtro URL, è necessario annullare l'associazione della farm all'applicazione esistente del servizio Web Analytics, installare la hotfix indicata in precedenza in questo articolo e quindi creare una nuova applicazione del servizio Web Analytics. Non è possibile migrare dati dall'applicazione del servizio Web Analytics esistente. È consigliabile eseguire il backup dei dati cronologici prima di iniziare questo processo. Dopo l'esecuzione del provisioning delle nuove applicazioni del servizio Web Analytics, aggiungere l'URL che si desidera elaborare con Web Analytics all'elenco di filtri URL e quindi riassociare la farm dei contenuti alla nuova applicazione del servizio utilizzando le procedure seguenti.

Dopo l'esecuzione delle procedure seguenti e l'elaborazione di tutti i processi e gli eventi correlati, sarà possibile visualizzare il conteggio degli elementi nei report Web Analytics sito e Web Analytics raccolta siti nelle pagine Impostazioni sito dei siti e delle raccolte siti incluse negli URL specificati nell'elenco dei filtri URL.

NotaNote
L'account utente utilizzato per eseguire queste procedure deve essere un membro del gruppo Amministratori farm di SharePoint.
Per disassociare la farm dall'applicazione del servizio Web Analytics
  1. Interrompere tutte le istanze del servizio Web Analytics in ogni server farm utilizzando Amministrazione centrale o Windows PowerShell, come illustrato nelle procedure seguenti.

    1. Per interrompere l'applicazione del servizio Web Analytics utilizzando Amministrazione centrale, eseguire i passaggi seguenti:

      1. In Impostazioni di sistema nella home page di Amministrazione centrale fare clic su Gestisci servizi nel server.

      2. Nella casella Server, fare clic sul server che si desidera gestire.

      3. Fare clic su Interrompi per Servizio Web di Web Analytics e Servizio di elaborazione dati Web Analytics.

    1. Per interrompere l'applicazione del servizio Web Analytics utilizzando un prompt dei comandi di Windows PowerShell, eseguire i comandi seguenti:

      1. get-spserviceinstance | where-object {$_.Name -eq "IstanzaServizioWebAnalytics"} | stop-spserviceinstance

      2. get-spserviceinstance | where-object {$_.TypeName -eq "Servizio Web di Web Analytics"} | stop-spserviceinstance

  2. Disassociare le farm di contenuto dall'applicazione del servizio di Web Analytics corrente.

    1. Nella home page di Amministrazione centrale, fare clic su Gestisci applicazioni Web in Gestione applicazioni.

    2. Nella pagina Applicazioni Web fare clic sull'applicazione Web che si desidera disassociare e quindi fare clic su Connessioni servizio.

    3. Nella finestra di dialogo Configura associazioni applicazione di servizio cancellare il proxy dell'applicazione del servizio Web Analytics dal gruppo di proxy.

Per installare la hotfix e configurare il filtro URL
  1. Creare una nuova applicazione del servizio Web Analytics nella farm del servizio. Per una procedura di configurazione dell'applicazione del servizio Web Analytics tramite Amministrazione centrale, vedere Configurare l'applicazione di servizio Web Analytics mediante Amministrazione centrale. In alternativa, per una procedura di configurazione di un'applicazione del servizio Web Analytics tramite Windows PowerShell, vedere Configurare l'applicazione di servizio Web Analytics mediante Windows PowerShell.

  2. Installare la hotfix su tutti i server che eseguono applicazioni del servizio Web Analytics. Per scaricare la hotfix, vedere l'articolo 2553920 della Microsoft Knowledge Base: Descrizione del pacchetto hotfix di SharePoint Server 2010 (wasrvwfe-x-none.msp): 28 giugno 2011 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=224920&clcid=0x410).

  3. Reimpostare IIS su ogni server farm eseguendoiisreset /noforce da un prompt dei comandi.

  4. Aprire un prompt Windows PowerShell in qualsiasi server farm.

  5. Configurare i filtri URL nella farm di servizio specificando gli URL principali delle raccolte siti nell'elenco di filtri URL, utilizzando il comando seguente:

    • Set-spwebanalyticsserviceapplication –id “<Nome applicazione servizio>” –UsageUrlFiltersToAdd “<url1>”, “<url2>”, “<url3>”

      Il formato degli URL deve essere http://<nome raccolta siti> o http://<nomeserver>/<contenitore sito, ad esempio “siti”>/<nome raccolta siti>. Quando si aggiunge un URL di raccolta siti all'elenco di filtri, anche qualsiasi sito o raccolta siti presente sotto tale URL verrà elaborato da Web Analytics. È pertanto importante assicurarsi di non aggiungere URL contenenti raccolte siti che non si desidera elaborare con Web Analytics.

      NotaNote
      Se si utilizza il mapping di accesso alternativo, aggiungere sia l'URL del mapping di accesso alternativo che l'URL originale.
    • Verificare che l'elenco di filtri URL sia configurato correttamente utilizzando i comandi seguenti:

      1. $serviceapplication = get-spwebanalyticsserviceapplication –id “<nome applicazione servizio>”

      2. $serviceapplication.UsageUrlFilters

  6. Configurare la relazione di trust tra farm di contenuto e di servizio, se tale operazione non è già stata eseguita. Per ulteriori informazioni, vedere Exchange trust certificates between farms (SharePoint Server 2010).

  7. Pubblicare l'applicazione del servizio Web Analytics nella farm di servizio e connettersi all'applicazione del servizio dalle farm di contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere Share service applications across farms (SharePoint Server 2010).

  8. Associare le applicazioni Web in cui si trova l'elenco di filtri URL al nuovo proxy dell'applicazione del servizio Web Analytics. per ulteriori informazioni, vedere Add or remove a service application connection to a Web application (SharePoint Server 2010).

  9. Avviare il servizio di elaborazione dati di Web Analytics e il servizio Web di Web Analytics nella farm di servizio utilizzando Amministrazione centrale o Windows PowerShell, come illustrato nelle procedure seguenti.

    1. Per avviare l'applicazione del servizio Web Analytics utilizzando Amministrazione centrale, eseguire i passaggi seguenti:

      1. In Impostazioni di sistema nella home page di Amministrazione centrale fare clic su Gestisci servizi nel server.

      2. Nella casella Server fare clic sul server che si desidera gestire.

      3. Fare clic su Avvia per Servizio Web di Web Analytics e Servizio di elaborazione dati di Web Analytics.

    1. Per avviare l'applicazione del servizio Web Analytics utilizzando un prompt dei comandi di Windows PowerShell, eseguire i comandi seguenti:

      1. get-spserviceinstance | where-object {$_.Name -eq "IstanzaServizioWebAnalytics"} | start-spserviceinstance

      2. get-spserviceinstance | where-object {$_.TypeName -eq "Servizio Web di Web Analytics"} | start-spserviceinstance

I nuovi parametri seguenti sono stati aggiunti al cmdlet set-spwebanalyticsserviceapplication per abilitare la funzionalità del filtro URL.

  • –UsageUrlFiltersToAdd Consente di aggiungere filtri all'elenco.

  • –UsageUrlFiltersToRemove Consente di rimuovere filtri dall'elenco.

Aggiunta di URL all'elenco di filtri URL

  • Set-spwebanalyticsserviceapplication –id “<Nome applicazione servizio>” –UsageUrlFiltersToAdd “<url1>”, “<url2>”, “<url3>” dove <urln> è l'URL principale di una raccolta siti, ad esempio http://<nomeserver>/siti/<nome raccolta siti> o http://www.contoso.com

    NotaNote
    Se si utilizza il mapping di accesso alternativo, aggiungere sia l'URL del mapping di accesso alternativo che l'URL originale.

Rimozione di URL dall'elenco di filtri URL

  • Set-spwebanalyticsserviceapplication –id “<nome applicazione servizio>” –UsageUrlFiltersToRemove “<url1>”, “<url2>”, “<url3>”

    NotaNote
    Quando si rimuover un URL dall'elenco di filtri, i dati relativi a questo URL sono ancora presenti nel sistema e vengono conteggiati nel calcolo del limite di 30.000 componenti fino all'eliminazione dei dati di Web Analytics e al riavvio del processo di raccolta dati.

Visualizzazione dell'elenco di filtri URL

  • $serviceapplication = Get-spwebanalyticsserviceapplication –id “<nome applicazione servizio>”

  • $serviceapplication.UsageUrlFilters

Mostra: