Per visualizzare l'articolo in inglese, selezionare la casella di controllo Inglese. È possibile anche visualizzare il testo inglese in una finestra popup posizionando il puntatore del mouse sopra il testo.
Traduzione
Inglese

Guida al lab di test: Distribuzione standard di VDI

 

Si applica a: Windows Server 2012 R2, Windows Server 2012


Una distribuzione standard di VDI (Virtual Desktop Infrastructure) consente di installare i servizi ruolo appropriati in computer distinti. Diversamente dalla Distribuzione Guida introduttiva VDI, una distribuzione standard fornisce un controllo più preciso dei desktop virtuali e delle raccolte di desktop virtuali non creandoli automaticamente.

Questa guida contiene le istruzioni per configurare un lab di test che distribuisce VDI usando quattro server. Per informazioni dettagliate sulla configurazione del lab, vedere Guida al lab di test: Configurazione di base. Il lab di test risultante mostra come installare e configurare correttamente una Distribuzione standard VDI.

System_CAPS_importantImportante

Le istruzioni seguenti descrivono come configurare un lab di test di Distribuzione standard VDI usando il numero minimo di computer. Sono necessari più computer singoli per separare i servizi disponibili in rete e ottenere informazioni chiare sulle funzionalità desiderate. La configurazione qui descritta non è progettata in base a procedure consigliate né rappresenta una configurazione desiderata o consigliata per una rete di produzione. Tale configurazione, inclusi gli indirizzi IP e tutti gli altri parametri di configurazione, è progettata unicamente per una rete isolata di un lab di test.

In questo lab di test, la Distribuzione standard VDI viene distribuita con:

  • Un computer che esegue Windows Server 2012, denominato DC1, configurato come controller di dominio della Intranet, un server DNS (Domain Name System), un server DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) e un'autorità di certificazione radice aziendale (CA).

  • Un server membro della Intranet che esegue Windows Server 2012, denominato RDVH1, configurato come server Host di virtualizzazione Desktop remoto.

  • Un server membro della Intranet che esegue Windows Server 2012, denominato RDWA1, configurato come server Accesso Web Desktop remoto.

  • Un server membro della Intranet che esegue Windows Server 2012, denominato RDCB1, configurato come server Gestore connessione Desktop remoto.

Il lab di test di Distribuzione standard VDI è costituito da una subnet (10.0.0.0/24) che simula una Intranet denominata Corpnet.

I computer sono connessi tra di loro tramite un commutatore virtuale Hyper-V, come illustrato nella figura seguente.

Diagramma della rete

Di seguito sono riportati i componenti obbligatori per il lab di test:

  • È necessario avere una cartella condivisa di rete configurata per l'archiviazione dei dischi dei profili utente. Tutti gli account del computer Host di virtualizzazione Desktop remoto devono poter leggere e scrivere in questo percorso.

  • Disco del prodotto o file per Windows Server 2012.

  • Disco del prodotto o file per Windows 8.

  • Un computer fisico che soddisfi i requisiti hardware minimi per Windows Server 2012.

System_CAPS_noteNota

Se si sceglie l'installazione basata sullo scenario VDI, viene creato automaticamente un commutatore virtuale denominato Servizi Desktop remoto virtuali.

Sono sette i passaggi da seguire quando si configura il lab di test di Distribuzione standard VDI in base alla Guida al lab di test: Configurazione di base

  • Passaggio 1: Completare il lab di test della configurazione di base   Il lab di test della Distribuzione standard VDI richiede il lab di test della configurazione di base come punto di partenza.

  • Passaggio 2: Installare e configurare RDVH1   RDVH1 è un computer che esegue Windows Server 2012 usato come computer Host di virtualizzazione Desktop remoto.

  • Passaggio 3: Installare e configurare RDWA1   RDWA1 è un computer che esegue Windows Server 2012 usato come computer Accesso Web Desktop remoto.

  • Passaggio 4: Installare e configurare RDCB1   RDCB1 è un computer che esegue Windows Server 2012 usato come computer Gestore connessione Desktop remoto.

  • Passaggio 5: Eseguire la distribuzione standard di Virtual Desktop Infrastructure   La distribuzione standard di Virtual Desktop Infrastructure viene eseguita tramite Server Manager.

  • Passaggio 6: Testare la connettività dei Servizi Desktop remoto   RDCB1 viene usato per testare il completamento corretto della Distribuzione standard VDI.

  • Passaggio 7: Eseguire uno snapshot della configurazione   Al termine del lab eseguire uno snapshot della configurazione in modo da poter ritornare in seguito a un lab di test della Distribuzione standard VDI funzionante.

System_CAPS_noteNota

Per completare le attività descritte in questa guida, è necessario eseguire l'accesso in ogni computer come membro del gruppo Domain Admins o del gruppo Administrators. Se non è possibile completare un'attività mentre si è connessi con un account membro del gruppo Administrators, provare a eseguire tale attività effettuando l'accesso con un account membro del gruppo Domain Admins.

Questa guida al lab di test usa il lab di test della configurazione di base come punto di partenza. Prima di continuare con i passaggi rimanenti di questa guida, completare i passaggi in Guida al lab di test: Configurazione di base. Se sono stati già completati i passaggi della Guida al lab di test: Configurazione di base ed è stato eseguito il salvataggio di un'immagine del disco o di uno snapshot macchina virtuale della configurazione di base, è possibile ripristinare la configurazione di base e procedere con il passaggio successivo.

L'installazione e la configurazione del server usato per il ruolo Host sessione Desktop remoto includono le procedure seguenti:

  • Installare il sistema operativo.

  • Configurare le proprietà TCP/IP.

  • Aggiungere RDVH1 al dominio CORP.

Le sezioni seguenti illustrano queste procedure in modo dettagliato.

Installare prima di tutto Windows Server 2012.

Per installare il sistema operativo in RDVH1
  1. Avviare l'installazione di Windows Server 2012.

  2. Attenersi alle istruzioni per completare l'installazione, specificando una password complessa per l'account amministratore locale. Accedere utilizzando l'account Administrator locale.

  3. Connettere RDVH1 a una rete dotata di accesso a Internet ed eseguire Windows Update per installare gli ultimi aggiornamenti per Windows Server 2012.

Configurare quindi le proprietà TCP/IP.

Per configurare le proprietà TCP/IP
  1. In Server Manager fare clic su Server locale nell'albero della console. Fare clic sul collegamento accanto a Connessione Ethernet cablata nel riquadro Proprietà.

  2. In Connessioni di rete fare clic con il pulsante destro del mouse su Connessione Ethernet cablata e quindi scegliere Proprietà. Si noti che il nome dell'interfaccia "Connessione Ethernet cablata" potrebbe essere diverso nel computer in uso.

  3. Fare clic su Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) e quindi su Proprietà.

  4. Selezionare Utilizza il seguente indirizzo IP. Nella casella Indirizzo IP digitare 10.0.0.3. In Subnet mask digitare 255.255.255.0.

  5. Selezionare Utilizza i seguenti indirizzi server DNS. In Server DNS preferito digitare 10.0.0.1.

  6. Fare clic su OK e quindi fare clic su Chiudi. Chiudere la finestra Connessioni di rete.

  7. Dalla schermata Start digitare comandi e quindi fare clic su Prompt dei comandi.

  8. Per controllare la risoluzione dei nomi e la comunicazione di rete tra RDVH1 e DC1, digitare ping dc1.corp.contoso.com nella finestra del prompt dei comandi e premere INVIO.

  9. Verificare che ci siano quattro risposte da 10.0.0.1.

  10. Chiudere la finestra del prompt dei comandi.

Logo PowerShellComandi equivalenti di Windows PowerShell

Il cmdlet o i cmdlet di Windows PowerShell seguenti eseguono la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se qui può sembrare che siano divisi su più righe a causa di vincoli di formattazione.. Utilizzare il comando ipconfig /all per visualizzare l'elenco di tutte le interfacce.

New-NetIPAddress -InterfaceAlias "Wired Ethernet Connection" -IPv4Address 10.0.0.3 -PrefixLength 24 Set-DnsClientServerAddress -InterfaceAlias "Wired Ethernet Connection" -ServerAddresses 10.0.0.1

Per aggiungere RDVH1 al dominio CORP
  1. Accedere al computer con l'account utente di amministratore locale.

  2. Server Manager verrà avviato automaticamente. In caso contrario, fare clic sul pulsante Start, digitare servermanager.exe e quindi fare clic su Server Manager.

  3. Fare clic su Server locale.

  4. Fare clic sul nome del computer accanto a Nome computer e quindi su Cambia.

  5. Nella casella Nome computer digitare RDVH1. Nella casella Membro di fare clic sull'opzione Dominio, digitare corp.contoso.com e quindi fare clic su OK.

  6. Quando viene richiesto di immettere nome utente e password, fornire le credenziali di CORP\Administrator e quindi fare clic su OK.

  7. Quando viene visualizzata una finestra di dialogo di benvenuto al dominio corp.contoso.com, fare clic su OK.

  8. Quando viene richiesto il riavvio del computer, fare clic su OK.

  9. Nella finestra di dialogo Proprietà del sistema fare clic su Chiudi e quindi su Riavvia.

Logo PowerShellComandi equivalenti di Windows PowerShell

Il cmdlet o i cmdlet di Windows PowerShell seguenti eseguono la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se qui può sembrare che siano divisi su più righe a causa di vincoli di formattazione.. Si noti che è necessario specificare le credenziali di dominio dopo aver immesso il comando Add-Computer seguente.

Rename-Computer -NewName RDVH1 Restart-Computer Add-Computer -DomainName corp.contoso.com Restart-Computer

L'installazione e la configurazione del server usato per il ruolo Accesso Web Desktop remoto nel lab di test di Distribuzione standard di virtualizzazione delle sessioni includono le procedure seguenti:

  • Installare il sistema operativo.

  • Configurare le proprietà TCP/IP.

  • Aggiungere RDWA1 al dominio CORP.

Le sezioni seguenti illustrano queste procedure in modo dettagliato.

Installare prima di tutto Windows Server 2012.

Per installare il sistema operativo in RDWA1
  1. Avviare l'installazione di Windows Server 2012.

  2. Attenersi alle istruzioni per completare l'installazione, specificando una password complessa per l'account amministratore locale. Accedere utilizzando l'account Administrator locale.

  3. Connettere RDWA1 a una rete dotata di accesso a Internet ed eseguire Windows Update per installare gli ultimi aggiornamenti per Windows Server 2012.

Configurare quindi le proprietà TCP/IP.

Per configurare le proprietà TCP/IP
  1. In Server Manager fare clic su Server locale nell'albero della console. Fare clic sul collegamento accanto a Connessione Ethernet cablata nel riquadro Proprietà.

  2. In Connessioni di rete fare clic con il pulsante destro del mouse su Connessione Ethernet cablata e quindi scegliere Proprietà. Si noti che il nome dell'interfaccia "Connessione Ethernet cablata" potrebbe essere diverso nel computer in uso.

  3. Fare clic su Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) e quindi su Proprietà.

  4. Selezionare Utilizza il seguente indirizzo IP. Nella casella Indirizzo IP digitare 10.0.0.4. In Subnet mask digitare 255.255.255.0.

  5. Selezionare Utilizza i seguenti indirizzi server DNS. In Server DNS preferito digitare 10.0.0.1.

  6. Fare clic su OK e quindi fare clic su Chiudi. Chiudere la finestra Connessioni di rete.

  7. Dalla schermata Start digitare comandi e quindi fare clic su Prompt dei comandi.

  8. Per controllare la risoluzione dei nomi e la comunicazione di rete tra RDWA1 e DC1, digitare ping dc1.corp.contoso.com nella finestra del prompt dei comandi e premere INVIO.

  9. Verificare che ci siano quattro risposte da 10.0.0.1.

  10. Chiudere la finestra del prompt dei comandi.

Logo PowerShellComandi equivalenti di Windows PowerShell

Il cmdlet o i cmdlet di Windows PowerShell seguenti eseguono la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se qui può sembrare che siano divisi su più righe a causa di vincoli di formattazione.. Utilizzare il comando ipconfig /all per visualizzare l'elenco di tutte le interfacce.

New-NetIPAddress -InterfaceAlias "Wired Ethernet Connection" -IPv4Address 10.0.0.4 -PrefixLength 24 Set-DnsClientServerAddress -InterfaceAlias "Wired Ethernet Connection" -ServerAddresses 10.0.0.1

Per aggiungere RDWA1 al dominio CORP
  1. Accedere al computer con l'account utente di amministratore locale.

  2. Server Manager verrà avviato automaticamente. In caso contrario, fare clic sul pulsante Start, digitare servermanager.exe e quindi fare clic su Server Manager.

  3. Fare clic su Server locale.

  4. Fare clic sul nome del computer accanto a Nome computer e quindi su Cambia.

  5. Nella casella Nome computer digitare RDWA1. Nella casella Membro di fare clic sull'opzione Dominio, digitare corp.contoso.com e quindi fare clic su OK.

  6. Quando viene richiesto di immettere nome utente e password, fornire le credenziali di CORP\Administrator e quindi fare clic su OK.

  7. Quando viene visualizzata una finestra di dialogo di benvenuto al dominio corp.contoso.com, fare clic su OK.

  8. Quando viene richiesto il riavvio del computer, fare clic su OK.

  9. Nella finestra di dialogo Proprietà del sistema fare clic su Chiudi e quindi su Riavvia.

Logo PowerShellComandi equivalenti di Windows PowerShell

Il cmdlet o i cmdlet di Windows PowerShell seguenti eseguono la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se qui può sembrare che siano divisi su più righe a causa di vincoli di formattazione.. Si noti che è necessario specificare le credenziali di dominio dopo aver immesso il comando Add-Computer seguente.

Rename-Computer -NewName RDWA1 Restart-Computer Add-Computer -DomainName corp.contoso.com Restart-Computer

L'installazione e la configurazione del server usato per il ruolo Gestore connessione Desktop remoto includono le procedure seguenti:

  • Installare il sistema operativo.

  • Configurare le proprietà TCP/IP.

  • Aggiungere RDCB1 al dominio CORP.

Le sezioni seguenti illustrano queste procedure in modo dettagliato.

Installare prima di tutto Windows Server 2012.

Per installare il sistema operativo in RDCB1
  1. Avviare l'installazione di Windows Server 2012.

  2. Attenersi alle istruzioni per completare l'installazione, specificando una password complessa per l'account amministratore locale. Accedere utilizzando l'account Administrator locale.

  3. Connettere RDCB1 a una rete dotata di accesso a Internet ed eseguire Windows Update per installare gli ultimi aggiornamenti per Windows Server 2012.

Configurare quindi le proprietà TCP/IP.

Per configurare le proprietà TCP/IP
  1. In Server Manager fare clic su Server locale nell'albero della console. Fare clic sul collegamento accanto a Connessione Ethernet cablata nel riquadro Proprietà.

  2. In Connessioni di rete fare clic con il pulsante destro del mouse su Connessione Ethernet cablata e quindi scegliere Proprietà. Si noti che il nome dell'interfaccia "Connessione Ethernet cablata" potrebbe essere diverso nel computer in uso.

  3. Fare clic su Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) e quindi su Proprietà.

  4. Selezionare Utilizza il seguente indirizzo IP. Nella casella Indirizzo IP digitare 10.0.0.5. In Subnet mask digitare 255.255.255.0.

  5. Selezionare Utilizza i seguenti indirizzi server DNS. In Server DNS preferito digitare 10.0.0.1.

  6. Fare clic su OK e quindi fare clic su Chiudi. Chiudere la finestra Connessioni di rete.

  7. Dalla schermata Start digitare comandi e quindi fare clic su Prompt dei comandi.

  8. Per controllare la risoluzione dei nomi e la comunicazione di rete tra RDCB1 e DC1, digitare ping dc1.corp.contoso.com nella finestra del prompt dei comandi e premere INVIO.

  9. Verificare che ci siano quattro risposte da 10.0.0.1.

  10. Chiudere la finestra del prompt dei comandi.

Logo PowerShellComandi equivalenti di Windows PowerShell

Il cmdlet o i cmdlet di Windows PowerShell seguenti eseguono la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se qui può sembrare che siano divisi su più righe a causa di vincoli di formattazione.. Utilizzare il comando ipconfig /all per visualizzare l'elenco di tutte le interfacce.

New-NetIPAddress -InterfaceAlias "Wired Ethernet Connection" -IPv4Address 10.0.0.5 -PrefixLength 24 Set-DnsClientServerAddress -InterfaceAlias "Wired Ethernet Connection" -ServerAddresses 10.0.0.1

Per aggiungere RDCB1 al dominio CORP
  1. Accedere al computer con l'account utente di amministratore locale.

  2. Server Manager verrà avviato automaticamente. In caso contrario, fare clic sul pulsante Start, digitare servermanager.exe e quindi fare clic su Server Manager.

  3. Fare clic su Server locale.

  4. Fare clic sul nome del computer accanto a Nome computer e quindi su Cambia.

  5. Nella casella Nome computer digitare RDCB1. Nella casella Membro di fare clic sull'opzione Dominio, digitare corp.contoso.com e quindi fare clic su OK.

  6. Quando viene richiesto di immettere nome utente e password, fornire le credenziali di CORP\Administrator e quindi fare clic su OK.

  7. Quando viene visualizzata una finestra di dialogo di benvenuto al dominio corp.contoso.com, fare clic su OK.

  8. Quando viene richiesto il riavvio del computer, fare clic su OK.

  9. Nella finestra di dialogo Proprietà del sistema fare clic su Chiudi e quindi su Riavvia.

Logo PowerShellComandi equivalenti di Windows PowerShell

Il cmdlet o i cmdlet di Windows PowerShell seguenti eseguono la stessa funzione della procedura precedente. Immettere ogni cmdlet in una singola riga, anche se qui può sembrare che siano divisi su più righe a causa di vincoli di formattazione.. Si noti che è necessario specificare le credenziali di dominio dopo aver immesso il comando Add-Computer seguente.

Rename-Computer -NewName RDCB1 Restart-Computer Add-Computer -DomainName corp.contoso.com Restart-Computer

La distribuzione dei servizi ruolo necessari per la Distribuzione standard VDI include le procedure seguenti:

  • Aggiungere RDVH1, RDWA1 e RDCB1 al pool di server

  • Distribuire la Distribuzione standard VDI

Per aggiungere RDVH1, RDWA1 e RDCB1 al pool di server

  1. Accedere al server RDCB1 con l'account utente CORP\User1.

  2. Server Manager verrà avviato automaticamente. In caso contrario, fare clic sul pulsante Start, digitare servermanager.exe e quindi fare clic su Server Manager.

  3. Nella sezione AVVIO RAPIDO fare clic su Aggiungi altri server da gestire.

  4. Nella casella Nome (CN) digitare RDWA1 e quindi fare clic su Trova.

  5. Fare clic su RDWA1 e quindi sulla freccia DESTRA.

  6. Ripetere i passaggi 4 - 5 per il server RDVH1.

  7. Fare clic su OK.

Per eseguire la distribuzione standard di VDI

  1. Accedere al server RDCB1 con l'account utente CORP\User1.

  2. Server Manager verrà avviato automaticamente. In caso contrario, fare clic sul pulsante Start, digitare servermanager.exe e quindi fare clic su Server Manager.

  3. Nella sezione AVVIO RAPIDO fare clic su Aggiungi ruoli e funzionalità.

  4. Nella pagina Prima di iniziare dell'Aggiunta guidata ruoli e funzionalità fare clic su Avanti.

  5. Nella pagina Selezione tipo di installazione fare clic su Installazione di Servizi Desktop remoto e quindi su Avanti.

  6. Nella pagina Selezione tipo di distribuzione fare clic su Distribuzione standard e quindi su Avanti.

  7. Nella pagina Selezione scenario di distribuzione fare clic su Distribuzione desktop basati su macchine virtuali e quindi su Avanti.

  8. Nella pagina Verifica servizi ruolo fare clic su Avanti.

  9. Nella pagina Specifica server Gestore connessione Desktop remoto fare clic su RDCB1.corp.contoso.com, quindi sulla freccia DESTRA e infine su Avanti.

  10. Nella pagina Specifica server Accesso Web Desktop remoto fare clic su RDWA1.corp.contoso.com, quindi sulla freccia DESTRA e infine su Avanti.

  11. Nella pagina Specifica server Host di virtualizzazione Desktop remoto fare clic su RDVH1.corp.contoso.com, quindi sulla freccia DESTRA e infine su Avanti.

  12. Nella pagina Conferma selezioni selezionare la casella di controllo Riavvia automaticamente il server di destinazione se necessario e quindi fare clic su Distribuisci.

  13. Al termine dell'installazione, fare clic su Chiudi.

È possibile verificare la corretta esecuzione della Distribuzione standard VDI tramite Server Manager che consente di controllare la panoramica della distribuzione di Servizi Desktop remoto.

Usare la procedura seguente per connettersi alla Distribuzione standard VDI.

Per controllare la panoramica della distribuzione

  1. Accedere al server RDCB1 con l'account utente CORP\User1.

  2. Server Manager verrà avviato automaticamente. In caso contrario, fare clic sul pulsante Start, digitare servermanager.exe e quindi fare clic su Server Manager.

  3. Fare clic su Servizi Desktop remoto e quindi su Panoramica.

  4. Nella sezione PANORAMICA DELLA DISTRIBUZIONE verificare che siano installati i servizi ruolo Accesso Web Desktop remoto, Gestore connessione Desktop remoto e Host di virtualizzazione Desktop remoto. Se è presente un'icona e non un segno più (+) di colore verde accanto al nome del servizio ruolo, significa che il servizio ruolo è installato e che fa parte della distribuzione.

Questo passaggio completa la Distribuzione standard VDI. Per salvare la configurazione in modo da poter ritornare rapidamente in seguito a una configurazione di Distribuzione standard VDI funzionante, da cui eseguire test di altre guide a lab di test modulari di Servizi Desktop remoto o estensioni di guide a lab di test oppure a scopo di apprendimento e sperimentazione personali, procedere come descritto di seguito:

  1. Sui computer fisici o sulle macchine virtuali nel lab di test, chiudere tutte le finestre e quindi spegnerli.

  2. Se il lab è basato su macchine virtuali, salvare uno snapshot di ognuna e assegnare un nome ai singoli snapshot. Se nel lab vengono usati computer fisici, creare immagini del disco per salvare la configurazione del lab di test della Distribuzione standard VDI.

Mostra: