Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Descrizione dell'ID utente e motivi per cui è necessario

Pubblicato: aprile 2012

Aggiornamento: maggio 2015

Si applica a: Azure, Office 365, Windows Intune

noteNota
In questo argomento vengono fornite informazioni relative ai servizi cloud, quali Windows Intune e Office 365, che sono basati su Microsoft Azure Active Directory per i servizi di identità e directory.

Ogni utente dell'organizzazione deve disporre di un ID utente per accedere ai Servizi cloud Microsoft sottoscritti.

A ogni ID utente è associato un suffisso del nome dell'entità utente (UPN) costruito usando il valore dell'attributo nome utente dell'account (che deve essere univoco), il simbolo @ e il valore del nome di dominio Internet assegnati dall'amministratore quando è stato creato l'account in Azure AD. Ad esempio, un ID utente potrebbe essere PierreSettles@contoso.com. Per determinare l'ID utente di un utente, nel portale di gestione di Azure fare clic sul nome della directory e quindi sulla scheda Utenti. La colonna Nome utente elenca l'ID di ogni utente.

Il dominio assegnato a un ID utente può essere il dominio predefinito ".onmicrosoft.com" assegnato per impostazione predefinita al momento dell'iscrizione a un servizio cloud Microsoft o un altro nome di dominio registrato.

Se per gli ID utente e l'indirizzo di posta elettronica si desidera usare il dominio personalizzato, ad esempio nicolep@treyresearch.com, anziché il dominio iniziale onmicrosoft.com, è possibile aggiungere e registrare un altro dominio.

Dal punto di vista di un utente finale, è necessario avere un ID utente per accedere ai servizi cloud sottoscritti dall'organizzazione.

Dal punto di vista dell'amministratore, sarà necessario creare gli ID utente per ciascun utente che richiede l'accesso ai Servizi cloud Microsoft sottoscritti. Azure AD genera una password provvisoria per ogni nuovo utente, insieme ai rispettivi ID utente, per consentire loro di accedere ai servizi cloud per cui sono state assegnate le licenze. È possibile pensare che gli ID utente siano simili agli account utente locali standard, in quanto è possibile assegnare diversi livelli di autorizzazioni o ruoli a ciascun ID utente nella directory.

Per impostazione predefinita, all'ID utente specificato dalla persona che ha creato la directory dell'organizzazione verranno concesse automaticamente le autorizzazioni di amministratore globale in modo che l'utente abbia l'accesso completo alle risorse della directory, quali utenti e gruppi. Per altre informazioni sulle autorizzazioni di amministratore globale, vedere Assegnazione di ruoli di amministratore .

Con la prima sottoscrizione a un servizio cloud Microsoft come Windows Intune o Microsoft Office 365, si crea automaticamente una directory di Azure che consente di amministrare un'unica serie di account utente in uno o più Servizi cloud Microsoft che l'organizzazione ha sottoscritto. Per altre informazioni, vedere Che cos'è una directory di Azure AD?.

Durante il processo di iscrizione è necessario specificare:

  • Un nuovo nome di dominio univoco per l'organizzazione

  • Un indirizzo di posta elettronica esistente come indirizzo di posta elettronica alternativo

  • Un nuovo ID utente che verrà usato da questa persona per accedere alla nuova directory.

Al termine della procedura di iscrizione, si riceverà all'indirizzo di posta elettronica esistente un messaggio introduttivo che include l'ID utente e l'URL della pagina da cui accedere al servizio cloud. Se si dimentica l'ID utente o non si ricorda l'URL del portale, rintracciare queste informazioni nel messaggio di di posta elettronica introduttivo.

noteNota
L'indirizzo di posta elettronica alternativo che viene richiesto durante la procedura di iscrizione verrà usato per l'invio di importanti comunicazioni relative, ad esempio, alla reimpostazione della password dell'amministratore. Allo stesso indirizzo verranno inviate anche le informazioni promozionali e su servizi e fatturazione eventualmente richieste. In qualità di amministratori, è possibile modificare questo indirizzo di posta elettronica nella pagina Profilo.

Se si dispone già di una directory esistente con ID utente stabiliti e si vuole effettuare la sottoscrizione a servizi cloud Microsoft aggiuntivi, quando si ci iscrive per la nuova sottoscrizione del servizio cloud Microsoft si consiglia di usare lo stesso ID utente, in modo da poter sfruttare lo stesso gruppo di ID utente per tutti i servizi sottoscritti dall'organizzazione. Se si usa un ID utente differente per iscriversi a un altro servizio cloud Microsoft, verrà creata una nuova directory. Per altre informazioni, vedere Che cos'è una directory di Azure AD?.

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2015 Microsoft